rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Verifica strutture ospedale di Eboli

Nota dell'Asl Salerno sull'ospedale di Eboli

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

C O M U N I C A T O


Parte dall’Ospedale di Eboli l’informazione delle risultanze dei Gruppi di lavoro sulle verifiche delle strutture, risorse umane e tecnologiche dei Presidi sanitari dell’Asl di Salerno


Dopo i dati forniti sull’intera realtà aziendale, soprattutto sotto il profilo gestionale economico - finanziario, questa Azienda prosegue nel suo trasparente programma per una corretta informazione di tutti i cittadini sulla situazione in cui versa la Sanità in provincia di Salerno. In alcune settimane saranno resi disponibili a tutti questi dati, sui quali vi è l’impegno della Gestione Commissariale, che questa settimana ha tra l’altro concluso il pagamento della terza mensilità del 2011 a tutti i propri fornitori. Si tratta di dati ufficiali, meglio degli unici dati ufficiali frutto di rilevazioni regionali e aziendali come le risultanze dei Gruppi di lavoro sulle verifiche delle strutture, risorse umane e tecnologiche dei Presidi sanitari dell’Asl di Salerno, avviato dopo il sequestro del blocco operatorio e della Farmacia del Presidio Ospedaliero di Scafati. Partendo dall’Ospedale di Eboli, al quale seguirà l’informazione sulle altre strutture dell’area del Sele per poi proseguire con i Presidi Ospedalieri a Sud e concludere con quelli al Nord, invertendo la scaletta per i Distretti e i Dipartimenti, è emerso che il Presidio Ospedaliero di Eboli necessita di una riarticolazione complessiva degli spazi e di ingenti lavori di ristrutturazione ed adeguamento sia strutturale che impiantistico per una spesa complessiva di 1 milione e 646mila 315 euro così suddivisa: 167mila 400euro per l’Anatomia Patologica, 321mila 750 euro per la Rianimazione, 99mila euro per il Centro Trasfusionale oltre 930mila euro per la messa in sicurezza e la compartimentazione di tutta la Struttura, a partire dall’eliminazione delle caldaie a gasolio, allo stato, situate sotto l’edificio dell’ala est e dell’ala ovest. Una fotografia completa della situazione di criticità individuate nell’attività di verifica che hanno accertato l’assenza di autorizzazione sanitaria all’esercizio, certificazione antincendio e requisiti minimi strutturali, di cui al Decreto della Giunta Regionale della Campania n.7301, per le sale operatorie, la sala parto, la sala di Chirurgia, per l’ Ortopedia, la Farmacia e l’Anatomia Patologica. A queste criticità si aggiunge anche quella relativa alla sala mortuaria che ha bisogno, per un intervento che possa dare dignità, di una spesa prevista di oltre 65mila euro. Lo scopo dell’attività di verifica è rivolto anche all’aspetto organizzativo sanitario. In base a significativi indicatori di attività relativamente al 2010 si evidenzia, in linea generale, che l’Ospedale di Eboli ha difficoltà a raggiungere livelli di appropriatezza assistenziali ricorrendo, in minima parte, a ricoveri in Day - hospital con un peso medio dei DRG inferiore all’Unità. L’analisi ha riguardato pure i costi del personale quantizzabili in 24milioni e 100mila euro per l’anno 2010 di cui 2milioni 113mila euro in ALPI per medici e 1milione 850mila euro per lo straordinario del Comparto, con una proiezione negativa alla luce dell’andamento del primo trimestre 2011. In tale prospettiva la Direzione Commissariale ritiene di dover incidere fortemente per garantire la migliore possibilità di espressione delle qualità professionali presenti a Eboli, penalizzate da una gestione economico finanziaria e infrastrutturale in cui versa l’Azienda con un consuntivo 2010 chiuso con una perdita di oltre 290milioni di euro, salve rettifiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verifica strutture ospedale di Eboli

SalernoToday è in caricamento