menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cilentana

Cilentana

Cilento, viabilità nel degrado: Fasano e Cuozzo contro la Provincia

I leader provinciali di Forza Italia e Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale prendono di mira l'operato del presidente Giuseppe Canfora, accusato di non fare nulla per favorire la messa in sicurezza delle arterie stradali provinciali

Forza Italia e Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale attaccano a muso duro l’amministrazione provinciale di Salerno per i continui disagi alla viabilità che, in queste settimane estive, si starebbero continuando a verificare lungo le arterie stradali che conducono verso le località turistiche. E non solo. “Il Cilento è abbandonato. Le aree interne della provincia. soffrono. La demagogia della sinistra cede il passo alla realtà” sbotta il commissario provinciale dei berlusciani Enzo Fasano, che denuncia: “Sindaci, amministrativi e cittadini sono costretti a convivere con i tanti problemi e con la grande questione della viabilità". Di qui l’affondo a carattere politico: “Gli annunci della Regione - dice il sentore - sono rimasti annunci e l'immobilismo della Provincia provoca ulteriori danni. È vero che le Province vivono difficoltà ma è anche vero che c'è una mancanza di strategia, non c'è lettura dei territori. Le posizioni sagge del sindaco di Aquara, Pasquale Brenca, del presidente della Comunità montana Alburni, Pino Palmieri e di tanti amministratori sono condivisibili e vanno sostenute. Canfora tragga le conseguenze di questo dannoso immobilismo. Non serve solo lamentarsi, non serve quando si è figli, poi, di una sciagurata riforma della Province targata Pd. La sinistra – tuona Fasano - ha fatto enormi danni alle aree interne. Ed andrà peggio se continueranno a governare ed a partorire disastri che chiamano riforme”.

Gli fa eco il presidente provinciale dei meloniani Michele Cuozzo: “Il disastro della viabilità provinciale si abbatte anche sugli  Alburni, il presidente della Provincia - peggio di Attila - non risparmia alcun territorio . La strada provinciale 12, chiusa ormai da un anno e mezzo,  per la caduti di massi all'altezza del Comune di Acquara impedisce (unitamente al disastro della intera rete stradale provinciale  ) la circolazione ed  il collegamento dell' intero territorio degli Alburni,  nel mentre un presidente fantasma cerca, pretestuosamente, di scaricare la sua conclamata responsabilità sugli amministratori locali. Quanto affermato, dallo stesso Canfora , al programma Agorà su Rai Tre,  è sconcertante: le Autorità comunali dovrebbero certificare la transitabilità delle arterie provinciali. Poveri territori, abbandonati a se stessi da un presidente fantasma . Anche gli Albumi,  pagano un prezzo altissimo in conseguenza della incapacità di governo di una Provincia e di un presidente che è contro i territori della parte meridionale del salernitano: tagli ai trasporti, strade dissestate ed intransitabili, assistenza sanitaria diventata un lusso, sono  la conseguenza di una politica nemica dei territori e lontano dai bisogni della gente”. 

Di qui l’appello finale di Cuozzo: “Invitiamo le comunità e gli amministratori degli Alburni, del Cilento e della intera parte meridionale della Provincia a far fronte comune,  per mandare a casa, in occasione delle prossime elezioni provinciali, questo inutile presidente della Provincia, figlio di un Pd che abbandona il territorio. Insieme possiamo  impedire  altri due anni di scempio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento