Viadotto Gatto, l'opposizione incalza il Comune: "Fa orecchie da mercante"

Il consigliere comunale di Giovani Salernitani-Dema Dante Santoro e la portavoce cittadina di Fratelli d'Italia criticano l'operato della Giunta Napoli rispetto alla sicurezza del viadotto

Dante Santoro

Continua a tenere banco la polemica sulla messa in sicurezza del Viadotto Gatto a Salerno. Nonostante le rassicurazioni tecniche arrivate dal Comune, l’opposizione mantiene la sua posizione ed incalza la maggioranza di centrosinistra guidata da sindaco Enzo Napoli.

Le denunce

Sulla questione interviene la portavoce cittadino di Fratelli d’Italia Elena Criscuolo: “Solo quando si verifica una tragedia come quella di Genova si attiva l’attenzione pubblica della politica e del giornalismo. Ora tutti parlano, polemizzano e mostrano di attivarsi per il Viadotto Gatto, ma ricordo che gli unici ad interessarsi in tempi non sospetti sono stati i Parlamentari di Fratelli d’Italia: l’onorevole Edmondo Cirielli che nella scorsa Legislatura ha presentato un’interrogazione parlamentare e il senatore Antonio Iannone che fino dal 2004 segue con attenzione le vicende dello stato del viadotto e della viabilità tra via Benedetto Croce, via Ligea e via Paesano”. Non solo. “Nel 2004 - sottolinea l’esponente della destra - una circolare della Presidenza del Consiglio chiedeva agli Enti proprietari delle infrastrutture strategiche di operare verifiche di tenuta statica ma il Comune di Salerno fu assolutamente inadempiente ed il Viadotto Gatto  rimaneva senza alcun intervento nonostante fossero passati ben 24 anni dalla sua inaugurazione del 1980 in occasione della visita del Santo Padre a Salerno”. E ancora: “Negli anni a seguire molti furono gli episodi che evidenziavano lo stato di quiescenza del Viadotto per non parlare della tragica morte che si verificò per la mancanza di sicurezza di ragazzi in motorino travolti da camion che con avaria ai freni li travolse per mancanza di vie di fuga. Iannone dimostrò con documentazione fotografica il grave stato in cui versavano i piloni nella parte superiore del Viadotto (ben visibili da via Monti) e della suoletta della carreggiata nella quale si erano aperte autentiche voragini che rendevano ben visibile l’anima della infrastruttura. Nonostante la continua denuncia non si andò mai oltre i rattoppi”.

Di qui la polemica contro Palazzo di Città. “Il Comune di Salerno - attacca Criscuolo -  ignora il concetto di manutenzione programmata al punto di non sapere oggi qual è lo stato di pericolosità del Viadotto Gatto: la manutenzione non favorisce la propaganda, non è un’attività della politica visibile e dunque assolutamente non nelle corde delle amministrazioni Pd. Una triste realtà che trova il suo bis anche in alcune espressioni politiche che dovrebbero essere di opposizione e che conoscono risveglio solo nel momento di psicosi nazionale a scopo di sterile visibilità personale. Noi siamo orgogliosi di poter avere terminali parlamentari che fanno politica sul territorio quotidianamente non inseguendo l’attualità ma che si preoccupano per tempo di accudire gli interessi dei Cittadini. Fratelli d’Italia chiede che vengano immediatamente poste in essere tutte le iniziative di messa in sicurezza avanzate negli anni da Iannone e Cirielli: prove di carico e di tenuta statica del Viadotto. Se queste dovessero dare risultanze negative procedere immediatamente all’interdizione del Viadotto. Non si può attendere oltre affidandosi alla buona sorte” conclude l’esponente di Fdi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla stessa linea il consigliere comunale Dante Santoro: “Due mesi fa ho portato in commissione mobilità la questione del traffico insostenibile sul viadotto Gatto e della possibilità di riaprire via Benedetto Croce al doppio senso di circolazione. L' amministrazione ha fatto orecchie da mercante, come spesso accade. E' arrivato il momento di agire con una presa di posizione collettiva. Sono contento che molte persone stiano firmando la petizione supportando la nostra proposta. Quando i problemi sono grandi bisogna prendere decisioni difficili e sono pronto a fare una campagna di ascolto con tecnici e cittadini per trovare una soluzione alla drammatica situazione della viabilità della nostra città. Abbiamo un piano che potrà creare anche nuovi posti auto” aggiunte l’esponente di Giovani salernitani-demA che ribadisce ancora una volta la necessità di ridurre il marciapiedi per recuperare posti auto. “È importante creare nuovi posti auto in citta" ribadisce Santoro, che chiede di rimettere al centro il progetto sulla realizzazione del parcheggio al Genio Civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento