Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Elezioni e la prossima Giunta, parla il sindaco Napoli: "La indicheremo presto"

Il primo cittadino riconfermato non ha risposto in merito al possibile ritorno di Roberto De Luca in Giunta. Il messaggio agli elettori: "Sono grato per la fiducia che mi è stata accordata"

Dopo la riconferma a sindaco e l'elezione dei consiglieri comunali, è tempo di comporre la Giunta a Palazzo di Città. Il primo cittadino di Salerno, Vincenzo Napoli, ha convocato stamattina una conferenza stampa per commentare il risultato delle urne. "La Giunta? La comunicheremo in modo tempestivo, ma dobbiamo analizzare il dato dei seggi. In ogni caso, non vi faremo attendere", ha detto. Conferme e variazioni, il sindaco riflette e aggiunge: "Ogni caso a suo tempo, bisogna avere un andamento lineare. Vediamo chi sono e poi decidiamo. Non sto dicendo che dipenderà dai voti che hanno preso. Se gli stessi sono stati riconfermati, vuol dire che non erano poi da buttare". In merito al possibile ritorno in Giunta di Roberto De Luca in Giunta, il sindaco frena, anzi non risponde: "Dovete aspettare".

La conferenza stampa

"Mi sono attestato al 57% - ha detto Napoli - e le nostre liste di coalizione hanno avuto un importante riscontro elettorale. Sono grato ai nostri concittadini per l'onore che hanno voluto concedermi l'onore di governare ancora la nostra città. Ringrazio i tanti volontari che si sono esposti in una tornata elettorale difficile, i candidati, gli amici. Uscivamo da due anni di Covid, abbiamo grazie alla campagna di vaccinazione spinta (0.62 come indice di incidenza) un quadro sereno con 4 hub. Abbiamo gestito con onore e capacità, siamo in deficit importante di personale - da 2000 a 750 dipendenti - e abbiamo immesso 207 nuovi addetti ma restiamo al di sotto della soglia, anche in maniera vistosa. Nel corso della campagna elettorale ho registrato due dati: centrodestra per la prima volta unito, che ha fatto fronte comune contro di me ma ha raccolto veramente poco, quantità di voti assolutamente deludente rispetto alle aspettative. Dapprima dichiarava di voler vincere al primo turno, poi al ballottaggio. Dall'altra parte, c'era la coalizione 5 Stelle che prendeva forma e che a Salerno è tripartita. Questa coalizione ha ricevuto acqua al proprio mulino grazie all'opera di alcuni miei ex consiglieri. Sono stati tutti ridimensionati in modo rigoroso. Il Movimento 5 Stelle deve capire cosa vuole: a me francamente sfugge. Deve capirlo anche il centrodestra: mi sono confrontato con un programma prossimo allo zero. Noi, invece, avevamo un programma che veniva da lontano, fatto di azioni concrete per lavoro, turismo, cultura. Nella prossima consiliatura - che ho già definito decisiva - dobbiamo mettere in campo azioni per le politiche giovanili, per acquisire saperi e competenze. E' la innovazione che marcia e si propone, è una classe dirigente in vocazione. Metteremo in campo iniziative che cambieranno il volto della città, ma partiamo da un gradino già alto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni e la prossima Giunta, parla il sindaco Napoli: "La indicheremo presto"

SalernoToday è in caricamento