menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sottosegretario Tofalo

Il sottosegretario Tofalo

Violenza donne, Tofalo a Salerno: "Massimo impegno istituzioni per contrastare fenomeno"

Il sottosegretario alla difesa ha partecipato oggi all’inaugurazione del centro antiviolenza “Leucosia”, nella nuova sede dell’Associazione Differenza Donna Ong

Il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo ha partecipato oggi all’inaugurazione del centro antiviolenza “Leucosia” di Salerno, nella nuova sede dell’Associazione Differenza Donna Ong. Nel suo intervento, Tofalo ha sottolineato l’importanza del progetto soprattutto durante l’emergenza dovuta al Covid: “Questa crisi sanitaria, economica e sociale ha aumentato il rischio di violenza sulle donne. Spesso, simili tragedie si consumano in famiglia. L’iniziativa di oggi è un traguardo importante per la città di Salerno e rappresenta un supporto concreto alle vittime di abusi e ai figli rimasti orfani a causa di femminicidio”.

L'intervento 

Tofano ha sottolineato che “l’impegno delle istituzioni è massimo. L’Arma dei Carabinieri riserva, da tempo, una particolare attenzione alla violenza di genere, impegnando consistenti risorse organizzative per sostenere il rilevante impegno operativo su tutto il territorio nazionale. Solo nell’ultimo decennio sono state messe in atto molteplici programmi per contrastare il fenomeno e siglate numerose intese tra Procure della Repubblica, Prefetture, Forze diPolizia, Ospedali e Centri antiviolenza, che vedono tutte la partecipazione dell’Arma”. “In particolare - ha detto Tofalo - il progetto avviato con Soroptimist International d’Italia, denominato Una stanza tutta per sé, che prevede l’allestimento, all’interno di Caserme dell’Arma, di locali idonei all’ascolto protetto di donne vittime di violenza”. “La collaborazione con Soroptimist - informa Tofalo - ha consentito di allestire ad oggi circa 130 stanze su tutto il territorio nazionale, nonché di fornire 29 kit per la videoregistrazione ad altrettanti Comandi, da utilizzare nelle fasi di ricezione delle querele o nelle attività di escussione”.

Tra le altre iniziative, Tofalo ha ricordato che “nel 2019 è stata avviata la sperimentazione, nella provincia di Napoli, del sistema Mobile Angel sviluppato in collaborazione con la società ‘Intellitronika’ e con il sostegno dell’associazione Woman Care Trust, impegnata in attività a tutela delle vittime di stalking, e della Fondazione Vodafone Italia, che persegue finalità di assistenza alle categorie sociali vulnerabili. Il progetto prevede la consegna alle vittime di violenza di genere di un dispositivo di allarme da polso del tipo smart watch, connesso con la rete telefonica tramite l’apparato cellulare dell’utente su cui è installata un’applicazione dedicata, che consente di inviare richieste di intervento alla Centrale Operativa dell’Arma in caso di necessità”. “Da ultimo, nel quadro delle iniziative interforze finalizzate ad incrementare l’efficacia delle azioni di contrasto - evidenzia Tofalo - l’Arma ha partecipato con la Polizia di Stato alla realizzazione del sistema ‘Scudo’, la banca dati dedicata, volta a fornire agli operatori, nell’immediatezza degli interventi, un quadro informativo completo su eventi pregressi e soggetti coinvolti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento