rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Scuola

Falsi diplomi, altri bidelli salernitani sospesi a Verona: coinvolta una scuola di Nocera

I diplomi "sospetti" sarebbero stati utilizzati per inserirsi nella graduatoria di terza fascia di istituto e strappare un incarico a tempo determinato

Proseguono le indagini sui falsi diplomi che sta investendo la Campania e il Veneto. Dopo il caso del bidello salernitano licenziato a Venezia per aver presentato titoli di studio irregolari, a finire sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti sono ora altri quattro bidelli salernitani nei guai

L'inchiesta

Nella stessa inchiesta sono coinvolti anche tre operatori scolastici (a cui è stata sospesa con revoca la supplenza) che lavoravano tra Marche e Abruzzo. I diplomi di qualifica “sospetti” - riporta Il Mattino - sarebbero stati utilizzati per inserirsi nella graduatoria di terza fascia di istituto e strappare un incarico a tempo determinato. La Procura veronese sta indagando su quattro bidelli salernitani che hanno dichiarato un diploma di qualifica sospetto conseguito in una scuola privata di Nocera Inferiore. A fare scattare il nuovo fascicolo d’indagine è stato il preside dell’Istituto Comprensivo “Bosco Chiesanuova”, il più grande della provincia di Verona. Quest’ultimo ha fatto scattare accertamenti amministrativi contattando anche l’Ufficio Scolastico di Salerno per conoscere le autorizzazioni della scuola paritaria nocerina che ha rilasciato i titoli di diploma di qualifica necessari per l’inserimento nelle graduatorie dei bidelli di terza fascia. Insomma, le indagini sono tuttora in corso ma il quadro delle presunte irregolarità si va sempre più delineando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsi diplomi, altri bidelli salernitani sospesi a Verona: coinvolta una scuola di Nocera

SalernoToday è in caricamento