Scuola

Montecorvino Rovella, studenti simulano processo contro la "violenza di genere"

Presenti, tra gli altri, il direttore ufficio scolastico regionale della Campania Luisa Franzese e il sindaco Egidio Rossomando. A fare gli onori di casa il preside Carmine Iavarone

L'iniziativa

Questa sera, nell'Auditorium “Don Gerardo Senatore” di Montecorvino Rovella i ragazzi della 2°C del liceo scientifico “Gian Camillo Glorioso” hanno simulato un processo penale a conclusione del progetto sperimentale “Educare alla non violenza di genere”, curato dalla docente Angela Maria Fiorillo e dall'associazione donne avvocato Fedra di Salerno, con la collaborazione della sezione provinciale della Camera Penale Minorile.

I presenti

Presenti, tra gli altri, il direttore ufficio scolastico regionale della Campania Luisa Franzese e il sindaco Egidio Rossomando. A fare gli onori di casa il preside Carmine Iavarone. "Attraverso il progetto, vero percorso didattico-formativo, sono stati forniti agli studenti gli strumenti per acquisire consapevolezza sugli effetti di comportamenti devianti. La simulazione del processo - si legge in una nota - è frutto di elaborati originali che i ragazzi hanno scritto nei laboratori tenuti dalle avvocatesse di Fedra"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecorvino Rovella, studenti simulano processo contro la "violenza di genere"

SalernoToday è in caricamento