social

25 Aprile: l'ANPI di Cava de' Tirreni organizza un flash mob per ricordare la Liberazione

"Il 25 Aprile 1945 l'Italia si liberava dal fascismo e dal nazismo, dando fine a un incubo che aveva portato solo odio, lutto e devastazione - spiegano dall'ANPI- L'Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione"

In occasione della Festa della Liberazione del 25 Aprile, L'ANPI di Cava de' Tirreni organizza un flash mob, sul modello delle canzoni dei balconi del primo lockdown. "Il 25 Aprile 1945 l'Italia si liberava dal fascismo e dal nazismo, dando fine a un incubo che aveva portato solo odio, lutto e devastazione - spiegano dall'associazione - L'Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione. Il 25 aprile arriva con una preziosa puntualità portando con sé il valore altissimo della memoria. L'ANPI chiama l’intera città a celebrarlo come una risorsa di rinascita".

Il flash mob

L'ANPI, quindi, invita la popolazione ad esporre il tricolore sui balconi ed a cantare Bella ciao. "Quest'anno a prescindere dai limiti che ci saranno lanciamo una proposta di unità e collaborazione invitando tutti ad esporre il 25 Aprile dai balconi e dalle finestre il tricolore ed intonare Bella ciao; inno universale alla libertà in difesa dei diritti fondamentali di tutti, emblema di ogni Resistenza, inno della speranza per la costruzione di un mondo diverso In un momento intenso saremo insieme, con la Liberazione nel cuore. Chiediamo alle associazioni, ai sindacati, a partiti, ai movimenti che si riconoscono nei valori e principi della Resistenza, dunque della democrazia e della Costituzione, di aderire al flash mob inviando un messaggio a: anpi.cavadetirreni@gmail.com".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 Aprile: l'ANPI di Cava de' Tirreni organizza un flash mob per ricordare la Liberazione

SalernoToday è in caricamento