rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
social Cava de' Tirreni

Alfieri della Repubblica, Mattarella premia due giovani salernitani

Si tratta di Francesco Tortora, diciassette anni, di Roccapiemonte, che è entrato a far parte del ''Nucleo protezione civile Roccapiemonte'' fin dall'età adolescenziale, e di Miriam El Ouazani, diciannove anni, di Cava dei Tirreni, è cresciuta a Salerno, in una comunità in cui era la più grande tra i bambini ospitati

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito 30 attestati d'onore di "Alfiere della Repubblica" ad altrettanti giovani per essersi distinti per l'uso consapevole e virtuoso degli strumenti tecnologici e dei social network. Tra di essi ce ne sno due (un ragazzo ed una ragazza) residenti in provincia di Salerno. 

I due giovani premiati

Francesco Tortora, diciassette anni, di Roccapiemonte, è entrato a far parte del ''Nucleo protezione civile Roccapiemonte'' fin dall'età adolescenziale, dimostrando un interesse duraturo nel tempo per le azioni di volontariato e distinguendosi per l'impegno nelle sue attività e per lo spirito organizzativo. Durante la pandemia da Covid-19 si è particolarmente distinto nelle attività di sostegno alla popolazione con la raccolta e la distribuzione di beni alimentari, e ha assistito i cittadini, in particolare gli anziani, nell'iscrizione sulla piattaforma regionale per accedere al vaccino e nelle procedure per il rilascio del Green pass. 

Miriam El Ouazani, diciannove anni, di Cava dei Tirreni, è cresciuta a Salerno, in una comunità in cui era la più grande tra i bambini ospitati. Ha aiutato i più piccoli, e anche gli operatori, comportandosi come una sorella maggiore e divenendo un modello per la sua affidabilità, per la cordialità e la compostezza. Compiuti 18 anni, il Servizio sociale non le ha concesso altro tempo in struttura e così lei è tornata dai nonni (che contribuisce ad accudire). Presso la comunità in cui è cresciuta, però, ha deciso di formarsi come operatore sociale e di svolgere il tirocinio per conseguire il titolo di ''assistente educativo all'infanzia''. Miriam è partecipe del ''Care Leavers network'' di ''Agevolando'', una rete di giovani che, come lei, sono cresciuti ''fuori famiglia'', e nel corso di conferenze regionali ha svolto il ruolo di relatrice, sollevando in particolare il tema dell'affido dei ragazzi maggiorenni, ai quali spesso è preclusa questa opportunità perché non ci sono famiglie o persone disponibili. 

La reazione 

Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Roccapiemonte Carmine Pagano, dall’assessore alla Protezione Civile Roberto Fabbricatore e dal presidente del Nucleo di Protezione Civile Nicola Pagano: “Siamo orgogliosi per questo riconoscimento conferito al giovane Francesco Tortora, esempio di grande professionalità nell’ambito del volontariato, ragazzo serio che si è impegnato per la comunità insieme a tutta la squadra di volontari e in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale durante il periodo più complicato dell’emergenza pandemica. Una nomina che ci fa capire quanto la rete per l’assistenza ai cittadini bisognosi di Roccapiemonte che abbiamo creato, abbia ottenuto ottimi risultati e quanto continui a funzionare. La nostra attenzione è ovviamente rivolta alle persone meno abbienti, in particolare la fascia degli anziani e dei soggetti con disagi fisici ed economici” ha detto il Sindaco Carmine Pagano.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alfieri della Repubblica, Mattarella premia due giovani salernitani

SalernoToday è in caricamento