social Camerota

"Un altro turismo è possibile": l'incontro a Camerota

Un progetto turistico per valorizzare le bellezze materiali ed immateriali del territorio sta per nascere grazie alla firma di un protocollo d'intesa tra Camerota, Paestume e Velia

Un progetto turistico per valorizzare le bellezze materiali ed immateriali del territorio sta per nascere grazie alla firma di un protocollo d'intesa tra Camerota, Paestume e Velia. Giovedì 5 marzo 2020, alle ore 17.00, all’hotel America di Marina di Camerota, si terrà l’incontro Un altro turismo è possibile.

L'incontro

Al tavolo dei relatori Mario Salvatore Scarpitta, sindaco di Camerota; Teresa Esposito, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Camerota; Adriana Moroni, docente e ricercatrice dell’università di Siena; Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum; Pietro D’Angiolillo, sindaco di Ascea; Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; Maria Tommasa Granese, responsabile settore archeologico della Soprintendenza; Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia; Corrado Matera, assessore al Turismo della Regione Campania

I commenti

"L’incontro - ha spiegato Scarpitta - mira a creare una filiera di valorizzazione del patrimonio dell’intero Cilento attraverso ovviamente il museo archeologico di Paestum e Velia come grandi attrattori. Il Comune di Camerota dispone di un enorme patrimonio e soprattutto di un bacino turistico a livello internazionale molto ampio e può sicuramente favorire questo processo unendo bellezze e competenze". A margine del convegno sarà sottoscritto il protocollo d’intesa tra il Parco archeologico di Paestum e Velia e il Comune di Camerota.

"L’obiettivo dell'accordo tra il Parco Archeologico di Paestum e il Comune di Camerota, dal canto nostro, è quello di dare opportunità innovative e strategiche al patrimonio culturale del Comune di Camerota - ha aggiunto - l’assessore Teresa Esposito - La sinergia con il grande attrattore campano, darà a Camerota la possibilità di essere conosciuta e poi scelta dal turista che visiterà gli scavi di Paestum, attraverso la promozione che verrà programmata al parco archeologico".

"Occorre però creare un modello Cilento - ha continuato il primo cittadino di Camerota - Per questo motivo a questo incontro saranno presenti i grandi attori di questa filiera. Il lavoro che sta mettendo in campo questa amministrazione è di grande valorizzazione del territorio, non a caso oggi ci viene riconosciuto dalla Borsa internazionale del Turismo di Milano che sceglie Camerota per aprire i convegni nello stand della Regione Campania. Poi il prestigio di diventare con SpeleoKamaraton la capitale mondiale della speleologia per l’anno 2021. E poi c’è la grotta della Cala che vede crescere in modo esponenziale le proprie visite e il turismo archeologico e paleontologico. Insomma, oltre al nostro meraviglioso mare, c’è anche altro. E ora, finalmente, l’Italia lo sa. Il Cilento - ha concluso Scarpitta - ha avuto una grandissima crescita negli ultimi tempi e ora, con questi segnali di unione e cooperazione, si farà il salto di qualità definitivo che collocherà questo territorio ancora più in alto nella classifica delle mete più ambite d’Europa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un altro turismo è possibile": l'incontro a Camerota

SalernoToday è in caricamento