rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
social Baronissi

Baronissi e Talacchio unite in un gemellaggio nel segno del Natale

Una delegazione di amministratori di Talacchio è in visita a Baronissi per un gemellaggio nel segno del Natale. Il Presepe del Ciliegio – che tanto successo sta riscuotendo tra i tantissimi visitatori – è simbolicamente gemellato con “Betlemme a Talacchio”, il presepe di stoffa ideato nel piccolo borgo marchigiano.

Una delegazione di amministratori di Talacchio è in visita a Baronissi per un gemellaggio nel segno del Natale. Il Presepe del Ciliegio – che tanto successo sta riscuotendo tra i tantissimi visitatori – è simbolicamente gemellato con “Betlemme a Talacchio”, il presepe di stoffa ideato nel piccolo borgo marchigiano.

L'evento

Ne è nata una maestosa opera con oltre duecento statue e scene di vita quotidiana, dal mercato alle osterie, dal banco del pesce a quello delle uova, dalla Capanna al castello di Erode, alla quale hanno contribuito tutte le associazioni e le scuole di Baronissi. Oggi il progetto si arricchisce di un gemellaggio che porterà il prossimo anno ad uno scambio culturale e artistico tra le due comunità. La delegazione ha visitato la città, il Presepe, il Museo Frac, il Convento francescano per poi proseguire verso Salerno e le Luci d’artista. Agli amministratori di Talacchio è stata donata una targa ricordo che suggella il gemellaggio. “Siamo sicuri che questo gemellaggio consentirà di unire gli sforzi e le differenti esperienze – spiega il sindaco Gianfranco Valiante – per proseguire nel nostro percorso di crescita e arricchimento di un’esperienza di grande importanza, con scambi culturali che saranno sicuramente intensificati nei prossimi mesi. Il Presepe del Ciliegio ha unito tutta la comunità ed è espressione del lavoro collettivo di associazioni, parrocchie e scuole”. “Siamo molto soddisfatti del successo finora registrato dal presepe del Ciliegio – fa eco l’assessore agli eventi Giuseppe Giordano – è stata una felice intuizione che abbiamo concretizzato anche grazie alla collaborazione della comunità di Talacchio con la quale abbiamo intrattenuto rapporti sin da prima della pandemia. Abbiamo conosciuto questa cittadina e abbiamo scoperto di avere in comune la tradizione molto forte del Natale. Forse le nostre geografie sono differenti ma gettiamo le fondamenta per creare ponti tra diverse realtà”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baronissi e Talacchio unite in un gemellaggio nel segno del Natale

SalernoToday è in caricamento