menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mostre, a Baronissi "Spoerri e gli amici del Nouveau Realisme"

L'esposizione, curata da Massimo Bignardi, propone ventisette opere, tra sculture, tableaux-pièges e grafiche realizzate da Daniel Spoerri tra il 1970 e il decennio in corso e quattro significative sculture di Mimmo Rotella

Venerdì 18 dicembre, alle ore 18 presso la Sala delle conferenze del Museo-FRaC Baronissi, in modalità online sulle piattaforme digitali, Gianfranco Valiante sindaco di Baronissi e Massimo Bignardi, direttore del museo, presenteranno a vernice della mostra Spoerri & gli amici del Nouveau Réalisme. Opere della Collezione Caporrella'', promossa in occasione del novantesimo compleanno dell'artista e il sessantesimo anniversario del manifesto del Nouveau Réalisme.

L'esposizione

L'esposizione, curata da Massimo Bignardi, propone ventisette opere, tra sculture, tableaux-pièges e grafiche realizzate da Daniel Spoerri tra il 1970 e il decennio in corso e quattro significative sculture di Mimmo Rotella, Arman e César (Baldaccini), suoi amici negli anni del Nouveau Réalisme, tutte provenienti dalla collezione Caporrella. ''Quest'anno ospitiamo, nel periodo delle festività natalizie, una mostra dal carattere internazionale - rileva Gianfranco Valiante nella presentazione al catalogo -, promossa per festeggiare i novant'anni del maestro Daniel Spoerri, tra i principali interprete della scena artista mondiale sin dagli anni Sessanta. Un'esposizione che riprende la traccia di quelle promosse e realizzate in questi ultimi anni con la mostra dedicata a Pino Pascali e quella, dello scorso anno dal titolo 'Objets Rituels' che vedeva insieme oltre 80 lavori di celebri artisti della contemporaneità. Contestualmente, anche se con una ridotta presenze di opere, i sessant'anni della formazione del gruppo del Nouveau Réalisme, avvenuta a Parigi nel 1960. Due significativi appuntamenti che si traducono in una mostra di eccezionale bellezza e di rilievo nazionale, resa possibile grazie alla disponibilità del Maestro Spoerri e di Pietro Caporrella che, con il prestito delle opere della Fondazione d'Arte Vittorio Caporrella, ha reso possibile l'allestimento nelle sale del nostro museo d'arte contemporanea".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento