rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
social Camerota

Camerota, la nuova lapide in memoria dei pescatori scomparsi

L’Associazione "Tuttinsieme" ha ricollocato domenica sera, nei pressi di largo Don Crispino a Marina di Camerota, una nuova lapide commemorativa là dove l’inverno scorso il maltempo l’aveva distrutta.

L’Associazione "Tuttinsieme" ha ricollocato domenica sera, nei pressi di largo Don Crispino a Marina di Camerota, una nuova lapide commemorativa là dove l’inverno scorso il maltempo l’aveva distrutta, in ricordo dei pescatori scomparsi.

Il pensiero: "La memoria trattiene ricordi in movimento"

«Nei componenti dell’Associazione Tuttinsieme c’è stata da subito l’idea di ricollocarne una nuova ma più robusta e di volerla modificare nelle misure aggiornandola dei nomi nuovi dei pescatori defunti – dichiara la presidente Giovanna Attanasio -. Molti anni or sono, la targa commemorativa è rimasta così come era stata realizzata e nel tempo non c’è stato lo spirito di rinnovarla. In occasione delle Feste del Mare e dei Pescatori, l’Associazione Tuttinsieme, nel sentire profondo il sentimento verso i propri avi pescatori si è presa l’incarico di rinnovarla arrivando ai giorni nostri. Infatti la targa commemorativa è un mausoleo che richiede di essere rinnovato periodicamente causa la morte di concittadini che con il mare ci hanno vissuto. Tuttinsieme lo fa in forza di quel sentimento che lega i suoi associati con quei nomi perché tra i tanti ognuno conserva il ricordo dei propri cari. Tuttinsieme lo fa con proprie risorse e per questa occasione si ritiene soddisfatta di aver ricevuto da concittadini di Marina di Camerota contributi per la nuova lastra rispondendo al detto: “chi vuole fa, chi non vuole…parla”. La storia di più di dieci anni di attività di Tuttinsieme, racconta di eventi e manifestazioni popolari di risultati utili e produttivi per Marina di Camerota. Abbiamo animato il nostro paese interessandoci di sociale o di sport, di sanità, di turismo e di cultura e di tanto altro stabilendo obiettivi da raggiungere e conquistandoli, il tutto con propri sforzi economici restando naturalmente nel limite delle nostre disponibilità senza raccogliere provocazioni fuori luogo, che non fanno mai bene alla collettività». «Un ringraziamento  è doveroso verso tutti coloro che insieme a noi si sono interessati per la nuova targa realizzata. Un ringraziamento alle forze dell’ordine presenti, a don Gianni, al sindaco e all’amministrazione comunale, al trombettista Antonio Marotta, a Gioacchino Cavaliere e Licusati live. La memoria trattiene ricordi in movimento. Ogni giorno il metallo della lastra subirà una alterazione in segno che i tempi passano mentre la memoria dei nostri cari resta identica negli occhi e nel cuore di coloro che amano ricordarli».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerota, la nuova lapide in memoria dei pescatori scomparsi

SalernoToday è in caricamento