rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
social Cava de' Tirreni

Il centro per l’artigianato digitale di Cava de’ Tirreni arriva a Dubai

Lanciato quattro anni fa, il CAD è stato scelto dalla Regione Campania come modello d’eccellenza per l’innovazione dei territori da presentare all’esterno

“Medaarch - Centro per l’Artigianato Digitale è uno dei luoghi dell’innovazione presenti in Italia. Un’avventura che ha il suo cuore pulsante a Cava de’ Tirreni, dal 2018 sede del primo incubatore nazionale dedicato alla manifattura avanzata. Ora è giunta anche all’Expo di Dubai, con l'esposizione di un modello che coniuga la tradizione e la creatività delle botteghe artigianali con le tecnologie dell’industria 4.0”. Lo ha dichiarato Amleto Picerno Ceraso, co-founder di Medaarch - Centro per l’Artigianato Digitale.

Il progetto e l'esposizione

Lanciato quattro anni fa, il CAD è stato scelto dalla Regione Campania come modello d’eccellenza per l’innovazione dei territori da presentare all’esterno. “Con Giffoni e Apple Academy, il Centro per l’Artigianato Digitale è tra i tre luoghi dell’innovazione in Campania – spiega Picerno Ceraso -. Uno spazio animato da artigiani, designer, startup e aziende dove, attraverso una formazione di qualità, puntiamo a portare il Made in Italy in una nuova dimensione, quella dell’innovazione, dell’internazionalizzazione e della sostenibilità, partendo dall’enorme tesoro che sono le microimprese del territorio. Un nuovo modo, insomma, per creare la figura dell’artigiano digitale del futuro”. Medaarch guarda già avanti: a Expo Dubai 2020, dove la delegazione campana è coordinata dall’assessore all’Innovazione e alla Ricerca Valeria Fascione e si registra la partecipazione dell’eccellenza dell’ecosistema innovativo regionale (fino al 10 febbraio), Picerno Ceraso ha presentato anche Mediterranea. Un’innovativa linea di arredi lanciata dalla società e realizzata con stampanti 3D e bioplastiche: “Un altro pezzo importante del nostro mosaico. Siamo convinti che la bellezza della tradizione creativa italiana possa essere ulteriormente rafforzata da un’architettura e un design che guardino all’ecosostenibilità”. E nell’immediato futuro si punterà a esportare il modello Medaarch: “Non più uno solo ma più luoghi dell’innovazione in tutta Italia, con la stessa idea di partenza: quella di dare vita a un programma di rigenerazione di spazi dismessi per produrre il nuovo artigianato digitale”.  

Esposizione di moda alla Stazione Marittima

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centro per l’artigianato digitale di Cava de’ Tirreni arriva a Dubai

SalernoToday è in caricamento