Venerdì, 24 Settembre 2021
social Rutino

Il festival in movimento incontra le comunità del Cilento : le tappe del XXIV Mediterraneo Video Festival

Il programma proporrà al proprio pubblico un palinsesto interamente dedicato al Festival, 12 film in selezione ufficiale. Due sezioni internazionali, lungometraggi / cortometraggi

Cilento e musica, Andar per borghi è il fil rouge del 24° Mediterraneo Video Festival. Ibnu Sabil in arabo significa "l’uomo in cammino" ed è la sigla composta dal musicista marocchino Nour Eddine Fatty che accompagnerà il pubblico nel suo viaggio nel corso del quale si conosceranno i territori, le comunità, il dialogo con queste ultime, filmando le storie e gli incontri tra la gente, gli ospiti e gli artisti. E' il cinema che viaggia tra la gente come Tanino Assanti agli inizi del secolo scorso proiettava su un panno bianco le pellicole più in voga in quegli anni. A Giambattista, figlio di Tonino Assanti e autore cinematografico recentemente scomparso, verrà reso omaggio con la proiezione del suo film "L'ultima fermata" in programma Sabato 11 Settembre alle ore 20,00 a Rutino Scalo, uno dei borghi tappa del Festival. Storie, musica, laboratori esperienziali per ricominciare a vivere insieme e a fare cultura.

Il programma

Il programma proporrà al proprio pubblico un palinsesto interamente dedicato al Festival, 12 film in selezione ufficiale. Due sezioni internazionali, lungometraggi / cortometraggi. Due le giurie: quella ufficiale, composta da Egidio Eronico, Paolo Speranza e Paolo Lapponi, e quella dei giovani studenti in rappresentanza dei borghi visitati dal nostro viaggio.

Lunedì alle ore 10:30 la nostra direttrice artistica Maria Grazia Caso ha presentato il festival in un'esclusiva conferenza stampa online, fruibile in qualsiasi momento sul nostro canale Youtube ufficiale, sul sito www.medvideofestival.net o sulla nostra pagina facebook.

Il programma del festival inizierà l’8 Settembre a Terradura, frazione di Ascea, alle ore 11:00 con la meeting session presso il giardino di Palazzo Falcone sull'ospitalità diffusa a Terradura - Ascea dal titolo Ripartiamo dai borghi. Introduce Michela Zito con intervento di Francesco Escalona, autore del libro Giallo Tufo. A seguire, il laboratorio esperienziale sulle danze popolari locali con Mariagrazia Lettieri e Aniello Tancredi (Organetto).

Gli eventi riprenderanno il pomeriggio con una nuova meeting session alle 18:00 dal titolo Lo stile di vita cilentano: un modello di "ben-essere"? - In collaborazione con zoneblu.net - Con la partecipazione di Salvatore Di Somma - Università La Sapienza di Roma, Eugenio Luigi Iorio e Vincenzo Pizza - Università Popolare Medicina degli Stili di Vita, Clarissa Aires De Oliveira - Università UNIUBE Brasile. La prima giornata del festival si concluderà con la Performance musicale di Caterina D'Amore (Flauto solista) - Con la partecipazione straordinaria di Nour Eddine Fatty e con le proiezioni, in Piazza dell'Unione a partire dalle 19:40, del primo film in concorso, In prima linea, Matteo Balsamo e Francesco Del Grosso, Italia, 2020, e del film fuori concorso / Special screenings Civita, Giuseppe Baresi, Italia, 1989.

Giovedi 9 settembre il festival tornerà nella sua storica cornice, a Palazzo De Dominicis - Ricci - Ascea. Nella Sala Archivio ACM inaugurerà alle ore 17:00 la mostra Luigi Zampa - Viaggio cinematografico nel costume italiano nel secondo Novecento, a cura di Cinemasud. Alle 17:30 sarà Francesco Napoli ad allietarci con suo viaggio letterario dal titolo Le Sirene mandano un canto che alletta il passeggero. Miti, viaggiatori e ammiratori del Cilento.

A seguire, alle ore 18:00 riprenderà il concorso internazionale con i film El manà del cielo, Laura Rodriguez Morales, Spagna, 2020, Mi vida después del fuego, Beatriz del Caz e María José Rochina, Spagna, 2021 e El laberinto de las lunas, Lucrecia Mastrangelo, Argentina, 2020. Infine in serata protagonista sarà la musica: il progetto Zer0project Sound Makers Collective presenta Unknow Land.

Venerdì 9 settembre il festival farà tappa nel suggestivo borgo di Trentinara. Dalle 11:00 due film fuori concorso / Special screenings: Il pane dei pastori, Fiorenzo Serra, Sardegna, 1962, e Sister, il pane in Kurdistan, Antonello Carboni, Italia, 2004, introdurranno il laboratorio esperienziale  Pane nostro al Forno Antico.

Nel pomeriggio presso la Casa Comunale - Sala conferenze alle 18:00 sarà la volta dell'Omaggio a Sergio Vecchio - Aldilà dell'archeologia, editing Vincenzo Autuori, Italia, 2021. Dalle 20:00 ci trasferiremo nella corte della Casa Comunale per riprendere con due film in concorso: Transumanze, Andrea Mura, 2021 e La calle tiene magia, Gerardo Yllera e Flávio Sousa, Spagna, 2021. A conclusione della serata, nella splendida location della Terrazza degli innamorati, alle 21:30 la performance artistica Giro di fuoco e di tamburi con Ferdinando Vassallo, Augusto Pandolfi, Lucio Liguori, Nour Eddine Fatty, Luca Cioffi, Corrado Marciano, Biagio Francia.

Sabato 11 settembre sarà la volta del borgo di Rutino. Alle 11:00 presso la Sala conferenze del Centro Sociale proietteremo il video Storia del viaggio di San Matteo, realizzato dagli studenti del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Vallo della Lucania (SA), Italia, 2019. Il film introdurrà il laboratorio esperienziale I percorsi dell’acqua - Storia, leggende, miracoli con itinerario alla Fonte di San Matteo.

Alle 19:15 ci sarà un omaggio ad un grande regista recentemente scomparso, Gian Battista Assanti, a cura di Paolo Speranza e introdotto da Gianni Colucci. A seguire, proiezione del film L'ultima fermata, Gian Battista Assanti, Italia, 2015. Alle 21:10 riprende il concorso internazionale con i film Our lady's peace, Vladimir Perovic, Montenegro, 2020, e Eki.librio, Marga Gutiérrez, Spagna, 2020. Infine alle 22:10 ci attende una nuova serata musicale con il Giro d'ottoni - Quintetto di fiati diretti dal M° Alessandro Schiavo e con la partecipazione straordinaria di Nour Eddine Fatty.

La serata conclusiva del Mediterraneo Video Festival si terrà il 12 settembre ad Ascea. Comincerà presso l'Area archeologica di Elea, alle ore 10:30 con il laboratorio esperienziale Tra essere e benessere. Nella terra dei filosofi, una visita guidata tra le piante officinali spontanee della antica città di Elea con Nicola Di Novella, a seguire del quale visiteremo la mostra Velia la città dell'essere e del benessere a Palazzo De Dominicis - Ricci, Ascea. Sempre qui riprenderà alle 12:15 il concorso internazionale  con To the hiding place, Alexis Jacquand, Francia, 2020. 

Nel pomeriggio, alle ore 17:00, sarà proiettato un altro cortometraggio in gara, Anima Animae Animam, José (Putxa) Puchades Martínez e Julieta Gasroc, Spagna, 2021. A seguire ore 17:30 l'intervento di Paolo Speranza dal titolo La Campania di Pasolini e Domenico Rea, per poi riprendere alle ore 18:00 con gli ultimi due film in concorso, 37° Parallelo, Alberto Castiglione, Italia, 2021, e Glauber, Claro, César Meneghetti, Brasile/Italia, 2020. Alle 20:00 avrà infine luogo la cerimonia di Premiazione del 24° Mediterraneo Video Festival che decreterà i vincitori della categoria lungometraggi e cortometraggi. In conclusione, alle 21:30, il gran finale con il concerto Ibnu Sabil - viaggio in musica con Nour Eddine Fatty, Maria Giulia Bonetti (voce), Luca Cioffi (percussioni). Il pubblico potrà seguire tutte le curiosità e i nostri appunti di viaggio sulle nostre pagine social  per seguire le nostre  storie da condividere, con un click.

Le altre tappe

Le serate del festival, che si svolgeranno principalmente in spazi all’aperto, saranno dedicate alle proiezioni  del concorso ed eventi speciali organizzati nella massima sicurezza. Nel corso delle giornate sarà girato un documentario che riprenderà le giornate del festival. Una storia al giorno per ogni tappa del festival.

Le Tappe : 8 Settembre Terradura; 9/12 Settembre Ascea Capoluogo; 10 Settembre Trentinara;  11 Settembre Rutino.

Ingresso gratuito. Per ragioni di sicurezza è richiesta la prenotazione con  obbligo di esibizione del green pass. Chi vuole può scegliere di vivere un'esperienza a 360° con la nostra proposta integrata, prenotando all'indirizzo mail segreteria@medvideofestival.net il pacchetto Vivi Il Festival per scoprire i borghi del Cilento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il festival in movimento incontra le comunità del Cilento : le tappe del XXIV Mediterraneo Video Festival

SalernoToday è in caricamento