Martedì, 15 Giugno 2021
social

Una famiglia di tartufai a Colliano, la bella storia di tre fratelli

La loro è una storia particolare, di tradizione, fatta di radici e tradizioni, con un business nato quasi per caso. I loro prodotti sono molto conosciuti, non solo localmente, ma anche in Italia e all’estero grazie alla commercializzazione online con il loro sito

A Colliano, in un piccolo paese dell'alta valle del Sele, al confine tra le province di Salerno e Avellino, vivono i Gugliucciello, tre fratelli tartufai di Colliano. La loro è una storia particolare, di tradizione, fatta di radici e tradizioni. 

La storia

Nel 1968 Gerardo, il più grande dei tre, decise di partire per la Germania sperando di trovarvi un lavoro decente. Dopo un pò, nel 1972, venne seguito da Mario e infine da Andimo, il più giovane. A quel tempo il lavoro non mancava e i tre fratelli cominciarono a mettere su famiglia. Agli inizi degli anni ‘80, Gerardo decise di tornare a Colliano. Da sempre aveva pensato di rientrare prima o poi ma a quel tempo i genitori, Carmine e Carmela, avevano bisogno di assistenza. Inoltre, i suoi figli avevano iniziato ad andare a scuola in Germania, cominciando pian piano ad ambientarsi. Riportarli in Italia da adolescenti sarebbe stato per loro traumatico. Per tali ragioni fece ritorno al suo paese natale. A distanza di qualche tempo anche Mario e Andimo, per gli stessi motivi, decisero di tornare a casa.

A Colliano

Terminata la ricostruzione successiva al terremoto del 23 novembre 1980, il lavoro cominciò a mancare. A Gerardo venne regalato da un conoscente un cane che si diceva fosse capace di trovare i tartufi che crescono in abbondanza nei boschi delle montagne nei dintorni di Colliano. Quasi per caso egli cominciò ad avventurarsi in questa missione. I primi raccolti lo incoraggiarono a proseguire in quella attività nei ritagli di tempo. Gradualmente, si rese conto che cercare tartufi era più rimunerativo dei lavori saltuari che riusciva a trovare e cominciò quindi a dedicarvisi a tempo pieno aumentando il numero di cani e coinvolgendo anche Mario e Andimo.Da allora sono passati quasi 30 anni e quella felice intuizione di Gerardo ha permesso ai tre fratelli di mettere in piedi un’attività di lavorazione del tartufo e dei prodotti del bosco, che gli consente insieme ai loro figli di vivere dignitosamente restando nel paese natio. I loro prodotti sono molto conosciuti, non solo localmente, ma anche in Italia e all’estero grazie alla commercializzazione online con il loro sito https://www.tartufigugliucciello.it/ Una delle loro tante prelibatezze è il “caviale di tartufo”, una specialità raffinata dal profumo avvolgente e dal gusto straordinario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una famiglia di tartufai a Colliano, la bella storia di tre fratelli

SalernoToday è in caricamento