Bloccato a Saint Barth: incubo finito per D'Andria e gli altri 34 italiani, tutti a casa

Erano stati i genitori del giovane di Pellezzano a contattare il sindaco di Pellezzano, Francesco Morra, per chiedere un suo diretto intervento attraverso i canali istituzionali

I giovani che tornano

Lieto fine, per il salernitano Gaetano D'Andria e per gli altri 34 italiani bloccati a Saint Barth, un’isola delle Antille Francesi, nei Caraibi, tra Centro e Sud America. Come denunciato, infatti, i giovani erano rimasti “prigionieri” su quel territorio a seguito delle ordinanze emanate dal Governo Francese. Immediato, ieri, l'intervento del sindaco di Pellezzano Francesco Morra che ha scritto alla Farnesina per far luce sulla situazione di disagio che viveva il suo concittadino. D’Andria, come altri suoi colleghi di lavoro, nel giro di una settimana, a causa delle restrizioni emanate per contrastare il coronavirus, si era trovato senza lavoro (l’albergo dove lavorava è chiuso a seguito delle disposizioni governative francesi) e bloccato sull’isola perché l’aeroporto non prevedeva voli oltreoceano per il rimpatrio degli stranieri in Europa.

Il lieto fine

Erano stati i genitori del giovane di Pellezzano a contattare il sindaco di Pellezzano, Francesco Morra, per chiedere un suo diretto intervento attraverso i canali istituzionali. La richiesta è stata subito accolta dal Primo Cittadino che ha immediatamente inviato una pec al Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e all’Unità di Crisi della Farnesina. Così, finalmente, il finale atteso: 21 (tra cui il giovane di Pellezzano ed un altro di Angri ndr) dei 35 italiani rimasti bloccati sono partiti ieri sera, mentre gli altri lasceranno Saint Barth nei prossimi giorni. Con un volo della Air France sono approdati ad Amsterdam e da lì hanno viaggiato alla volta di Parigi. Con Alitalia da Parigi si sono diretti a Roma e alle ore 18, i due campani dalla Capitale voleranno a Napoli. Esulta, dunque, Gennaro D'Andria, papà di Gaetano che in queste ore è stato sempre in contatto con il sindaco Morra: in serata, suo figlio tornerà a casa e si lascerà alle spalle la brutta avventura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Morra:

“Sono molto soddisfatto per il rientro di D’Andria e degli altri 34 connazionali. Da parte mia è stato doveroso mettermi immediatamente in contatto con i competenti organismi istituzionali del Governo Centrale. Ringrazio la Farnesina e il Ministro Di Maio e quanti, soprattutto la Console Generale d’Italia a Parigi Emilia Gatto e Matteo Biolzi che ha coordinato il rimpatrio, per aver messo in campo un’azione diplomatica efficace che ha permesso di attivare tutti i canali e favorire il ritorno a casa di questi ragazzi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento