rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
social

“Meno 56 all’alba”, il nuovo ebook sul Covid di Gianni Moccia: l'intervista

L'autore ha raccontato il periodo in cui lui e la sua famiglia sono stati costretti all’isolamento dopo aver contratto il virus

“Meno 56 all’alba”: è quello il titolo del nuovo ebook realizzato da Giovanni Moccia per raccontare il periodo in cui lui e la sua famiglia sono stati costretti all’isolamento a causa del Covid-19. 

1) Dottor Moccia (o Giovanni…anzi….) stavolta non un testo “tecnico” ma qualcosa di diverso.

Si, esatto, non un libro tematico di economia, finanza o di sviluppo sostenibile, dunque inerente alle mie esperienze professionali o associative. Stavolta ho provato ad “alzare l’asticella” avventurandomi nel campo della narrativa autobiografica su un tema molto personale e, al contempo, molto attuale, purtroppo.

2) Perché Meno 56 all’alba?

In qualche modo ho voluto parafrasare l’esperienza del servizio militare. 56 giorni è il tempo in cui io e la mia famiglia siamo stati in isolamento e, dunque, l’alba è la data, per l’esattezza il 6 maggio 2021, in cui l’esperienza Covid si è allontanata definitivamente dalla mia casa. 

3) Come è strutturato il libro?

Il sottotitolo del libro è Diario di bordo sul “fenomeno” Covid. La narrazione, dunque, è avvenuta sotto forma di diario di bordo in cui ho riportato, attraverso i vari giorni, i momenti più salienti, della coabitazione con il “fenomeno” come io stesso definisco il coronavirus.

4) Quale è il filo conduttore del libro?

Al centro vi è, appunto, la narrazione della esperienza Covid che è partita proprio da me il 12 marzo scorso per poi, a catena, coinvolgere tutta la mia famiglia. Con me il “fenomeno” è stato particolarmente presente e, come dire, simpaticamente presente con tutti i sintomi più pesanti e corredato da momenti piuttosto drammatici. A catena, purtroppo, poi il Covid ha interessato tutti gli altri componenti ma per fortuna con conseguenze molto meno invasive e preoccupanti.

5) Cosa le (ti) ha lasciato l’esperienza della malattia?

Direi molte cose in chiaroscuro. Da un lato ho scoperto, soprattutto da chi non me lo aspettavo, una solidarietà e una vicinanza concrete assolutamente inaspettate. Dall’altra, come spesso avviene nella vita, più o meno cocenti delusioni legate ad una ancora persistente diffidenza che porta a non credere nel virus o quanto meno a minimizzarlo. Credetemi invece, il Covid esiste e come. Colgo l’occasione per esprimere un plauso verso il Servizio Sanitario Nazionale che ha funzionato perfettamente, sia in presenza che telefonicamente.

6) Come è possibile venire in possesso del libro.

Anzitutto ricordo che, come tutte le altre mie pubblicazioni, è solo in formato e-book, cioè in formato elettronico. Il testo è edito dalla piattaforma on line Lulu e può essere acquistato o, proprio attraverso Lulu, su https://www.lulu.com/spotlight/Giovanni_Moccia oppure su Amazon in formato Kindle su https://www.lulu.com/spotlight/Giovanni_Moccia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Meno 56 all’alba”, il nuovo ebook sul Covid di Gianni Moccia: l'intervista

SalernoToday è in caricamento