Solidarietà, in arrivo al Ruggi ludobarella e ludocarrozzina grazie all'associazione Chiara Paradiso

Si tratta di una ludobarella e una ludocarozzina che serviranno per trasportare i bambini e i ragazzi all’interno della struttura sanitaria in modo allegro e amichevole, mentre il carrello medicazione sarà utilizzato dal personale sanitario

Si terrà giovedì 3 settembre, la cerimonia di consegna dei presidi sanitari al reparto di Pediatria dell’Azienda S.Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. Alle 11, dunque, avverà la donazione dei tre presidi sanitari acquistati dall’associazione Chiara Paradiso di Pontecagnano – Faiano, alla presenza del direttore sanitario Vincenzo D’Amato. I dispositivi sanitari sono stati acquistati grazie al progetto Ludo, promosso dall’associazione. Si tratta, in particolare, di una ludobarella e una ludocarozzina che serviranno per trasportare i bambini e i ragazzi all’interno della struttura sanitaria in modo allegro e amichevole, mentre il carrello medicazione sarà utilizzato dal personale sanitario.

Gli ausili sanitari saranno consegnati al Day Hospital oncoematologico del reparto di Pediatria dell’ AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, diretto dal primario Rosario Pacifico. L’acquisto dei presidi si è realizzato con una prima raccolta fondi a cui hanno fatto seguito altre donazioni private. La cifra totale di spesa è stata coperta con i fondi del 5 per mille 2018. Il Primario, la caposala, il personale tutto, in segno di riconoscimento, hanno espresso il desiderio di dedicare il nuovo ambulatorio medico del Day Hospital  in ricordo della piccola Chiara Paradiso. È stata realizzata una targa che sarà posizionata in reparto il giorno della consegna.

Parla la presidente dell’associazione, Grazia Paradiso

Il progetto Ludo è uno dei tanti sogni di Chiara che in questi undici anni abbiamo realizzato nelle diverse realtà ospedaliere del nostro territorio: "dal sogno di Chiara al sorriso dei bambini".

L’umanizzazione dei reparti ospedalieri con questo tipo di presidi aiuta a rendere la struttura più vicina al mondo dei bambini, così come desiderava Chiara, scomparsa 11 anni dopo aver a lungo combattuto contro il sarcoma di Ewing.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento