rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
social

Pasqua dolce al Ruggi: Sal De Riso dona 700 colombe, Pennasilico Car Service regala uova

Altre due distinte lodevoli iniziative, in questo periodo pasquale, dedicate ai degenti

Una Pasqua dolce, all'AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno: il maestro pasticciere Sal De Riso, con un genoroso omaggio, accompagnato da un abbraccio virtuale, ha donato nella giornata di ieri, 700 colombe pasquali al personale del Ruggi, distribuite tra i Presidi di Salerno, Amalfi, Cava De Tirreni e Mercato San Severino. Alcune colombe inoltre, sono state recapitate ai piccoli pazienti ricoverati all'interno del nosocomio salernitano per augurare loro una pronta guarigione.  "Vogliamo festeggiare i nostri 35 anni di attività con una nobile iniziativa che va a sottolineare l'impegno e il sostegno a favore degli ospedali del nostro territorio", ha detto Sal De Riso. Gratitudine e ringraziamenti da parte della Direzione Strategica del Ruggi e dell'intero personale ospedaliero. 

L'altra iniziativa

Intanto, pure la Pennasilico Car Service, officina meccatronica e centro revisioni auto ha compiuto un gesto di solidarietà e vicinanza per i tanti bambini sofferenti in vista della Pasqua. Ieri mattina, presso l'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno e, nello specifico, presso i reparti di Radioterapia pediatrica, chirurgia pediatrica e pediatria, la Pennasilico Car Service ha donato uova di Pasqua a tutti i bambini degenti presso le divisioni del "Ruggi", esprimendo così la propria vicinanza a chi, come loro, sta vivendo momenti di particolare difficoltà, unitamente alle loro famiglie. L'iniziativa, come ricordato da Fabio Pennasilico, amministratore dell'azienda, non è nata casualmente, ma si è basata su un ricordo toccante che ha avvicinato l'imprenditore ai bambini sofferenti. "Quest'iniziativa - ha  ricordato Pennasilico - nasce in particolar modo dal ricordo di un anno fa, quando ero presso un'Asl della provincia di Napoli per una manutenzione di urgenza su un'ambulanza del 118. Un forte rumore e delle urla attirarono la mia attenzione". "Una vettura sfondò il cancello dove era parcheggiata l'ambulanza, dall'automobile stessa si levò un grido di una mamma che chiese aiuto per il suo figlio piccolo che era privo di sensi ed aveva la febbre alta - continua Pennasilico - Grazie agli operatori di quell'ambulanza lo salvammo, fu un'esperienza che mi segnò sulla base della quale è nata l'idea di dare, per quanto possibile, un supporto ai bambini che soffrono, in quanto rappresentano il nostro futuro".  "Siamo stati trasportati - incalza - dal signor Antonio Emilio, responsabile commerciale per Campania, Basilicata, Molise, Calabria e dai proprietari di questa grande azienda, la famiglia Meoni, in questo progetto di evoluzione lavorativa". L'iniziativa si è svolta nei reparti di radioterapia pediatrica, diretta da Davide Di Gennaro, di chirurgia pediatrica diretta da Umberto Ferrentino, e di pediatria, (direttore: Carolina Mauro). "

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua dolce al Ruggi: Sal De Riso dona 700 colombe, Pennasilico Car Service regala uova

SalernoToday è in caricamento