rotate-mobile
social Roscigno

Festa dell'Asparago selvatico e della Selvaggina, la sfida della Pro Loco di Roscigno Vecchia

Palmieri: "Questa festa rappresenta un’occasione importante per Roscigno Vecchia, ma se non puntiamo anche sull’ospitalità, l’accoglienza e la fruibilità culturale facciamo davvero poco"

Riflettori puntati sulla Festa dell'Asparago selvatico e della Selvaggina di Roscigno Vecchia. Il presidente della Pro Loco Franco Palmieri, infatti, si sofferma sulla 13° edizione della Festa, in programma il 25, il 27 e il28 aprile ed il 1°maggio prossimi. Una festa all’insegna del gusto, della tradizione, della musica, dello spettacolo e della valorizzazione del territorio in chiave turistica.

"Questa festa rappresenta un’occasione importante per Roscigno Vecchia –dice  Palmieri – ma se non puntiamo anche sull’ospitalità, l’accoglienza e la fruibilità culturale facciamo davvero poco. Quindi l’auspicio è di curare bene questi aspetti in modo che il prodotto asparago e la selvaggina servano a rendere piacevole la presenza nel borgo. Ne approfitto per chiedere una mano alla comunità locale affinché ci aiuti a gustare quelle che sono le peculiarità del borgo stesso, collaborando con noi per garantire ai visitatori la sicurezza di vivere Roscigno Vecchia nel migliore dei modi. Bisogna utilizzare l’occasione della Festa dell’Asparago per sperimentare questa vivibilità di Roscigno Vecchia affinché sia più accattivante per i visitatori ed a noi serva da stimolo per migliorarci", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dell'Asparago selvatico e della Selvaggina, la sfida della Pro Loco di Roscigno Vecchia

SalernoToday è in caricamento