Profumo di solidarietà: fiori ad anziani e farmacie nei giorni del Coronavirus

Farmaci e fiori, a Baronissi, arrivano direttamente nelle case di chi è anziano e non può permettersi di uscire di casa per comprare le medicine o di chi vive condizioni di disagio e non sa a chi rivolgersi

Farmaci e fiori, a Baronissi, arrivano direttamente nelle case di chi è anziano e non può permettersi di uscire di casa per comprare le medicine o di chi vive condizioni di disagio e non sa a chi rivolgersi. Confezioni di medicine, insieme a piantine decorative e fiori, sono state consegnate ai trentadue vecchietti della Casa di riposo “San Francesco” da Paola. Ma i fiori decorano anche i banconi delle farmacie, di qualche negozio di alimenti e anche le chiese dove i parroci pregano a distanza tramite il web insieme ai fedeli. Lilium, tulipani, gerbere, fresie, rose, gigli, margherite vengono consegnati ogni giorno per colorare la vita di chi è in isolamento forzato in casa e sorride nel trovarsi con sorpresa davanti ad un fascio di fiori quando pensava semplicemente di dover ritirare medicine.

I dettagli

L'iniziativa è stata promossa da “Athena”, associazione telematica no profit, dotata anche di un info-point telematico,  presieduta da Giovanni Pio Sapere. C'è il contributo dell’imprenditore Salvatore De Luca, distributore all’ingrosso di fiori e piante. Quando ha saputo della consegna dei farmaci a domicilio, De Luca ha contattato l’associazione aprendo le porte del proprio deposito per contribuire, a modo suo, a rendere più belle le stanze. È un modo per strappare un sorriso alle persone anziane preoccupate per il rischio di contagio da Coronavirus e di non sapersela cavare da soli. "Siamo orgogliosi di questa iniziativa, abbiamo il consenso del Comune di Baronissi e il servizio viene fatto in totale sicurezza, con i dispositivi necessari a contenere il contagio. Nello specifico i volontari di “Athena” sono dotati di tuta, guanti e mascherina a norma", racconta Giovanni Pio Sapere presidente dell’associazione che si sta occupando della distribuzione gratuita dei farmaci. Tutto è organizzato in modo molto semplice. "Il medico di famiglia, contattato telefonicamente da chi ha bisogno, invia la ricetta in una delle farmacie che aderisce al progetto “Farmaci a domicilio” per over 65enni, e cioè la comunale, la farmacia Pagliara e la Sant’Anna. In alternativa, viene richiesto il numero di ricetta elettronica insieme al codice fiscale per stampare la ricetta in farmacia. A quel punto veniamo avvisati e andiamo a ritirare le medicine per fare la consegna». Se un farmaco esige basse temperature di conservazione, viene consegnato in una busta frigo. Quando il grossista De Luca ha mostrato il suo deposito stracolmo di fiori e piante e ha detto di aver pensato all’associazione per donarle ai cittadini del territorio, la proposta è stata subito accettata. Chi non può mettere il naso fuori di casa può stare tranquillo: le medicine le portiamo noi. Prima di arrivare davanti alle porte dei nostri concittadini e prima di passare in farmacia, andiamo solo a prende i fiori nel deposito e arriviamo a destinazione. Sono soddisfatto per quello che stiamo facendo con i volontari di Athena e del contributo che stanno danno tutte le altre associazioni del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento