rotate-mobile
social Castelnuovo Cilento

La "Flotta Blu" approda all'Ancel Keys di Castelnuovo Cilento

Il giro di boa di Flotta Blu non poteva che tenersi nel Cilento, dispiegando le sue vele in un istituto intitolato ad Ancel Keys, lo studioso e scienziato statunitense che proprio nel Cilento soggiornò per anni, studiando, elaborando lo stile alimentare che avrebbe poi preso il nome di Dieta Mediterranea

La quinta tappa del viaggio di Flotta Blu è tutta dedicata alla Dieta Mediterranea. Non è un caso, infatti, che la flotta, il prossimo 3 aprile, approderà nell'istituto Ancel Keys di Castelnuovo Cilento con un omaggio allo scienziato padre della Dieta Mediterranea.

La tappa

È la quinta tappa del viaggio di Flotta Blu, è la metà del viaggio che in questi mesi sta toccando le cinque province della Campania attraccando negli istituti alberghieri della regione: è dunque il giro di boa e l’appuntamento del 3 aprile non poteva che tenersi nel Cilento, dispiegando le sue vele in un istituto intitolato ad Ancel Keys, lo studioso e scienziato statunitense che proprio nel Cilento soggiornò per anni, studiando, elaborando e infine approntando il vademecum sullo stile alimentare (e di vita) che avrebbe poi preso il nome di Dieta Mediterranea e che ha tra i suoi elementi fondanti il consumo del pesce azzurro.

E così, col solito motto de “La nostra pesca è mediterranea”, Flotta Blu farà tappa lunedì 3 aprile all’istituto superiore statale “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento, istituto che nel corso degli anni si è sempre distinto per numerose attività, progetti e iniziative, ultime delle quali l’aver ospitato studenti coreani che con lezioni teoriche e pratiche hanno imparato a cucinare “mediterraneo”, oppure come la prestigiosa partecipazione alla “Settimana della cucina italiana nel Mondo” portando così il proprio bagaglio sulle tavole di alcune ambasciate italiane nel Mondo e ancora la definizione del progetto “Dieta Mediterranea: stile di vita e sistema di valori di sostenibilità”. Il sostegno alla pesca del piccolo pelagico, lo sviluppo di una rete (istituzionale, politica, economica, sociale) che dia valore all’intera filiera del pescato, un piano che custodisca gli antichi mestieri e sapori propri ad esempio del Cilento, lì dove le alici vengono ancora pescate con l’antico metodo della Menaica: sono solo alcuni tra gli obiettivi dell’iniziativa di Flotta Blu che anche a Castelnuovo Cilento, così come negli altri precedenti appuntamenti, metterà insieme un momento formativo a partire dalle ore 10 (la masterclass tenuta dallo chef Michele Giaquinto con venti allievi divisi in coppie che poi si cimenteranno nella preparazione di un menù: la coppia vincente accederà alla fase finale che si terrà al “Principe di Napoli” ad Agerola) e un momento di riflessione e dibattito (ore 12) moderato dal giornalista Giuseppe Calabrese, il “Peppone” di Linea Verde su Raiuno. Al termine ci sarà la degustazione dei piatti e verrà sancita la coppia vincitrice della tappa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "Flotta Blu" approda all'Ancel Keys di Castelnuovo Cilento

SalernoToday è in caricamento