rotate-mobile
social Camerota

Camerota, riprendono gli scavi alla Grotta del Poggio

Il sito in questione, scoperto nel 1954 dal profesor Pietro Parenzan, è di grande rilievo per via della presenza di una serie stratigrafica relativa al Paleolitico medio

opo più di cinquant'anni sono ripartiti gli scavi alla Grotta del Poggio in località Lentiscelle a Marina di Camerota. Ad effettuarli Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali, e di Siena, Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell’Ambiente – UR Preistoria e Antropologia. Il sito in questione, scoperto nel 1954 dal profesor Pietro Parenzan, è di grande rilievo per via della presenza di una serie stratigrafica relativa al Paleolitico medio (Uomo di Neandertal): dati unici che fanno delle grotte un punto di riferimento per gli studi sulla ricostruzione del popolamente antico dell'Italia meridionale.

La valorizzazione

"Per quel che concerne la valorizzazione, il fine principale del progetto è quello di inserire attivamente la Grotta del Poggio (come già avvenuto per la Grotta della Cala) all'interno dell'offerta turistica del territorio, dando vita ad un percorso virtuoso in cui i risultati della ricerca scientifica possano essere assorbiti e divulgati in tempo reale - afferma l’assessore alla Cultura e al Turismo Teresa Esposito -. Si auspica in tal modo di creare una costante dinamica e vitale osmosi, tra il mondo della ricerca e la comunità tutta". Gli scavi, visto l'interesse internazionale, sono stati finanziati da un progetto Erc advanced dal titolo "Our first steps to Europe: Pleistocene Homo sapiens dispersals, adaptations and interactions in South-East Europe", gestito dall'Università di Tubingen. "È un’opportunità straordinaria per il nostro territorio - ha aggiunto il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta -. La ripresa degli scavi certifica l’importanza del lavoro di questa amministrazione che va sempre di più nella valorizzazione e protezione dei beni del nostro territorio. Ringrazio l’assessore Esposito che sin dall’inizio si è prodigata affinchè ciò avvenisse insieme agli organi preposti. Ci auguriamo - chiosa Scarpitta - che con l’avvio di questi nuovi scavi, arrivino importanti e ulteriori scoperte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerota, riprendono gli scavi alla Grotta del Poggio

SalernoToday è in caricamento