rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
social

Ikos, il documentario shock di Sciarra al Villamare film festival

Il discusso e toccante lavoro di Giuseppe Sciarra approda a uno dei più importanti appuntamenti cinematografici campani

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il documentario sul bullismo di Giuseppe Sciarra, interpretato da Edoardo Purgatorri, "Ikos", come ogni lavoro di questo discusso regista (per metà foggiano e per metà napoletano) ha avuto un percorso quantomeno turbolento. Dopo gravi minacce omofobe e auguri di morte indirizzati a Sciarra alla vigilia della partecipazione in un noto festival pugliese da parte di un mitomane, sono scoppiate altre polemiche relative alla nota località balneare Rodi Garganico, paese in cui Sciarra ha vissuto da bambino in cui sarebbero accadute le violenze che lui denuncia nel corto.  Ikos adesso approda (si spera senza nuovi colpi di scena) nella nota manifestazione cinematografica Villamare Film Festival dove è in gara con altri cortometraggi. l'evento che si terrà dal 23 al 27 agosto avrà ospiti illustri come l'attrice Ornella Muti, Maria Grazia Cucinotta, Corinne Clery e il regista e attore Pino Quartullo. Ogni serata vedrà come protagonisti assoluti questi attori per parlare del nostro cinema, del suo passato e del suo futuro con come sfondo la splendida cornice di Villamare.  Il festival vedrà la proiezione di alcuni lungometraggi italiani molto importanti come La Santa piccola di Silvia Brunelli, L'afide e la formica di Mario Vitale o Weekend per due (con delitto) di Brando Improta. Ci saranno anche delle degustazioni gastronomiche a impreziosire il tutto, a dimostrazione che il cibo e il cinema sono i punti di forza del patrimonio italiano.  Ikos è la denuncia di Giuseppe Sciarra verso alcuni suoi compaesani. Nel documentario Edoardo Purgatori interpreta Sciarra raccontando il bullismo subito da quest'ultimo dagli 8 ai 14 anni perché ritenuto agli occhi di molti suoi coetanei omosessuale. Tra violenze verbali e fisiche, calunnie, minacce, tentativi di suicidio, Ikos è un bel pugno allo stomaco che non mancherà di scuotere anche il Villamare Film Festival e dove si punta il dito contro una società patriarcale complice dei bulli e dei loro atti criminali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ikos, il documentario shock di Sciarra al Villamare film festival

SalernoToday è in caricamento