rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
social

"Una luce nella notte" si è accesa in via Dalmazia: aperti gli stand, al via gli appuntamenti intrisi di gioia e significati

Dopo la messa celebrata dal Vicario della Carità, don Antonio Romano, sabato sera, c'è stato il taglio del nastro alla presenza dell’assessore comunale alle Politiche Sociali, Paola De Roberto, accolta dal parroco don Rosario Petrone, cappellano della casa circondariale di Fuorni e direttore della Pastorale Carceraria

Si è accesa “Una luce nella notte” in via Dalmazia: al via, da ieri sera, infatti, negli spazi parrocchiali di San Demetrio Martire, l'iniziativa organizzata dai volontari “Carcere” dell’associazione Migranti senza Frontiere, in collaborazione con la cooperativa sociale Galahad e con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Salerno. Dopo la messa delle ore 18.30 celebrata dal Vicario della Carità, don Antonio Romano, sabato sera, c'è stato il taglio del nastro alla presenza dell’assessore comunale alle Politiche Sociali, Paola De Roberto, accolta dal parroco don Rosario Petrone, cappellano della casa circondariale di Fuorni e direttore della Pastorale Carceraria. "Questo è solo l'inizio di una serie di iniziative che promuoveremo insieme, a sostegno di quelli che vengono definiti gli ultimi da molti, ma che, per noi, sono i primi da aiutare-  ha detto l'assessore De Roberto - Momenti come questi rafforzano la comunità, unendola in un impegno collettivo che ci rende tutti più umani". "Che la nostra voce sia specchio del nostro cuore - ha incalzato don Antonio Romano - Iniziative come questa, senza parole, esprimono bisogni da ascoltare e a cui dar voce, come fa Don Rosario Petrone sempre pronto ad aiutare chi, nella nostra società, una voce non la ha". "L'iniziativa mira ad accendere la speranza in tempi bui come quelli che stiamo attraversando, prestando attenzione all'accompagnamento e alla re-inclusione socio-lavorativa delle persone sottoposte a misure privative della libertà e a tutti i nostri fratelli che, da soli, si trovano a vivere momenti difficili: dobbiamo lasciarci guidare dal cuore", ha sottolineato Don Rosario Petrone. "Ringraziamo Don Rosario Petrone, la Diocesi rappresentata da Don Antonio Romano e l'assessore comunale alle Politiche Sociali Paola De Roberto, per la sensibilità e il supporto offerti, fondamentali per le attività sociali - ha aggiunto la presidente della cooperativa sociale Galahad, la giornalista Marilia Parente - Una Luce nella Notte che ospita le splendide ceramiche della Domus Misericordiae e le deliziose decorazioni natalizie del Centro per la Legalità di Matierno, rappresenta la volontà di puntare i riflettori su tematiche sociali importanti, costruendo, insieme, uno spazio di ascolto e di azione a servizio di chi non ha voce e di chi non si arrende a logiche e comportamenti che nulla hanno a che fare con il vero Natale e con lo spirito umanitario a cui, in realtà, ciascuno di noi è vocato".

una luce nella notte (6)-2

In occasione del taglio del nastro, intanto, un detenuto ospite della Domus si è calato letteralemente nelle vesti di Babbo Natale per accogliere i più piccoli che hanno scattato particolari foto-ricordo nella cornice festosa allestita nel campetto. Tanta curiosità, per gli stand solidali al chiarore delle luci che brilleranno a sostegno delle attività dell’Ufficio Pastorale Carceraria dell’Arcidiocesi di Salerno, fino al 10 gennaio, ogni sera, dalle 18 alle 21 e fino alle 23.30 nei week-end.

I prossimi appuntamenti

L’11 dicembre alle 19.30, dunque, ad affascinare il pubblico, un’estemporanea, a tema natalizio, a cura di diversi artisti salernitani, mentre il 23 dicembre, sempre alle ore 19.30, è in programma la serata dedicata alla Legalità, con testimonianze sul tema e con la proiezione dello spot progresso realizzato dai ragazzi del Centro per la Legalità della cooperativa sociale Galahad. Infine, la sera del 2 gennaio, alla stessa ora, una interessante dimostrazione artigianale, con il tornio, di opere in ceramica a cura del maestro Benvenuto Apicella, scandita da musica natalizia.  Nel rispetto delle norme anti-Covid vigenti, “Una Luce nella Notte” porterà speranza alla città tutta, accogliendo cittadini e visitatori, per regalare attimi di gioia capaci di riscaldare il cuore di ciascuno, oltre ogni difficoltà.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una luce nella notte" si è accesa in via Dalmazia: aperti gli stand, al via gli appuntamenti intrisi di gioia e significati

SalernoToday è in caricamento