Luci sull'ospedale a Nocera Inferiore: l'iniziativa per un Natale di speranza

Il sindaco: “Le proiezioni di luci sul nosocomio cittadino e del Presepe in piazza Diaz realizzano il senso più profondo del Natale. La presenza dei simboli e delle luci alimentano la speranza che non deve mai venire meno”

Una luce di speranza, stasera, presso l’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove è prevista anche la proiezione del Santo Presepe in piazza Diaz. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Manlio Torquato ha risposto all’ iniziativa lanciata dell’ emittente  Telenuova “Diamo Luce agli ospedali”.

L'iniziativa

Il Comune farà la sua parte per portare un simbolo di speranza ai malati e agli operatori della struttura ospedaliera cittadina. Il contributo promosso dall’amministrazione, prevede l’installazione di fasci di luce che si proietteranno sull’edificio ospedaliero per omaggiare, in questo momento, quanti quotidianamente con sacrificio ed abnegazione si prodigano all’interno della struttura e quanti patiscono  le sofferenze della malattia. I fasci avvolgeranno il nosocomio nocerino, come  fossero una carezza della città. Essi avranno i colori del tricolore per rappresentare il senso di condivisione attraverso l’omaggio alla bandiera italiana.

Il presepe

Piazza Diaz invece, sarà il set della proiezione del Presepe. La sacra raffigurazione sarà proiettata dall’ alto dell’ edificio comunale, direttamente sulla piazza sottostante. Insieme all’ albero si realizzerà  uno spettacolo suggestivo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Curiosità, coppia del salernitano si ricongiunge da Maria De Filippi

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento