Un'influencer della "porta accanto": i consigli di Mafalda De Simone

Mafalda De Simone, 26enne studentessa dell'Unisa, è originaria di Mirabella Eclano. Il suo profilo Instagram vanta oltre 160mila follower, spazia in tanti settori ed è diventata un punto di riferimento per molti suoi coetanei

Mafalda De Simone

Può una ragazza della porta accanto diventare una delle più importanti influencer ed imprenditrici digitali campane e non solo? La risposta, guardando l'esempio di Mafalda De Simone, sembrerebbe proprio di si.

Mafalda De Simone

Mafalda De Simone, 26enne studentessa della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Salerno, è originaria di Mirabella Eclano, piccolo comune della provincia di Avellino. Il suo profilo Instagram vanta oltre 160mila follower, spazia in tanti settori, in particolar modo nel comparto beauty, ed è diventata un punto di riferimento per molti suoi coetanei.

In vista di nuovi progetti, la De Simone ha deciso di condividere i segreti che l’hanno portata a diventare una delle influencer più seguite in Italia. Il suo percorso, infatti, è stato da completa autodidatta. Iniziato per gioco, da qualche anno è diventato un lavoro.

I consigli

"In primis, bisogna inseguire le proprie passioni, scegliendo quindi settori adatti alla propria personalità. Questo è senza dubbio il requisito principale per diventare influencer - ha detto la giovane di Mirabella Eclano - Deve essere un argomento che ci interessa realmente con cui abbiamo una certa affinità quotidiana. Scegliere argomenti che non ci interessano realmente non è una buona strategia, perché spento l’entusiasmo iniziale sarà poi più difficile essere costanti e attivi. Sui social media è importante essere se stessi per riuscire a trasmettere alle persone emozioni con sincerità".

Il primo segreto, per un buon influencer, è dunque essere il più reali possibili. "I post degli influencer di successo riflettono ciò che interessa loro realmente e non cose casuali, per cui il consiglio è quello di fermarsi a riflettere e capire come viviamo ogni giorno, le passioni alle quali ci dedichiamo i propri gusti e capacità - ha continuato la De Simone - Scelto il tema del proprio account instagram si può passare alla fase successiva che è quella di perfezionare l’account. Innanzitutto bisogna scrivere una biografia, in gergo si chiama solo bio, che attiri l’attenzione e susciti curiosità. Utilizzare brevi frasi che riescano a coinvolgere le persone e spingerle ad andare oltre, magari attraverso una breve storia personale, è fondamentale. La bio è una sorta di bigliettino da visita, la prima cosa che un brand o un potenziale followers vede su un account. Quindi, deve essere incisiva e attraente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento