Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

Le 5 vele, in provincia di Salerno, sono state assegnate, oltre al litorale del Cilento Antico, anche alla Costa del Mito e all'area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro

Il tramonto sul mare ad Acciaroli

"Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico": ad annunciarlo sono state Legambiente e Touring Club Italiano che hanno stilato la guida Il mare più bello 2019. Dopo Pollica si classificano sul podio Castiglione della Pescaia (GR) e Posada (NU).

La classifica

Le 5 vele, il maggior riconoscimento per la qualità del mare, in provincia di Salerno sono state assegnate, oltre al litorale del Cilento Antico, anche alla Costa del Mito e all'area marina protetta Coste degli Infreschi e della Masseta guidata da San Giovanni a Piro. La guida sul meglio del mare e dei laghi italiani è stata presentata a Roma a villa Celimontana nell’ambito del workshop conclusivo del progetto MedSeaLitter. Le 4 vele, considerate comunque un'eccellenza, sono state date, in Campania, ai comuni della Costiera Amalfitana e l’Isola di Capri e alla Penisola Sorrentina.

I commenti

"Anche quest’anno raccontiamo quanto di buono fanno le amministrazioni locali costiere lungo la nostra penisola – ha spiegato Sebastiano Venneri, responsabile Mare e Turismo Legambiente - Il mondo del mare, infatti, si trova a dover dare risposte all’altezza delle sfide imposte dalla crisi ambientale planetaria e ha messo su un bel ventaglio di proposte e iniziative: enti locali, imprenditori privati, associazioni e regioni si sono impegnati a proporre soluzioni avanzate per una vacanza amica dell’ambiente. Tante pratiche concrete sulle quali, ne siamo più che mai convinti, cominciare a cambiare le sorti del pianeta". "La guida, frutto della storica collaborazione tra Touring Club Italiano e Legambiente, è un periplo lungo i 7500 chilometri di coste italiane che stimola la nostra voglia di viaggio e vacanze, ma è anche, anzi soprattutto, un vaglio rigoroso dello stato di salute dei nostri mari – ha affermato Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano - La rigorosa selezione proposta dalla guida rappresenta bene la nostra missione: valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico culturale e le economie produttive dei territori. Ne risulta non una classifica, ma una mappatura geografica che fotografa le straordinarie ricchezze dei nostri mari e dei nostri laghi e segnala le buone pratiche ambientali, amministrative, turistiche che contribuiscono a conservarle e a farle conoscere. Un contributo, speriamo, all’anima attiva e green che sempre più spazio sta conquistando nella nostra società. Il tema delle coste ripropone una grande opportunità di sviluppo turistico, laddove si può trovare un rapporto virtuoso tra coste ed entroterra, perché è la condizione ideale per uno sviluppo sostenibile dell’intero territorio e per una pratica turistica che sia esperienziale, personale e sostenibile".

I comuni plastic free

Nella guida, da quest'anno, campeggia anche un nuovo simbolo: quello dei comuni plastic free, cioè che hanno adottato misure per ridurre la plastica monouso sul proprio territorio. Nella nostra provincia il simbolo plastic free è stato assegnato a Pollica e Castellabate.

Classifica dei comprensori 5 Vele

1    Cilento Antico (Sa)    5    Pollica, Acciaroli e Pioppi – Castellabate – San Mauro Cilento – Montecorice
2    Maremma Toscana (Gr)    5    Castiglione della Pescaia – Scarlino – Marina di grosseto – Follonica
3    Baronia di Posada e Parco di Tepilora (Nu)    5    Posada – Siniscola
4    Litorale di Chia (Sud Sardegna)    5    Domus de Maria
5    Baunei (Nu)    5    Baunei
6    Alto Salento Jonico (Le)    5    Nardò – Gallipoli – Porto Cesareo – Racale
7    Planargia (Or)    5    Bosa
8    Costa d’Argento e Isola del Giglio (Gr)    5    Isola del Giglio – Capalbio – Orbetello – Magliano in Toscana – Monte Argentario
9    Cinqueterre (Sp)    5    Vernazza – Riomaggiore – Monterosso al mare
10    Pantelleria (Tp)    5    Pantelleria
11    Gallura costiera e AMP Capo Testa (Ss)    5    Santa Teresa di Gallura – Palau – Arzachena
12    Costa del Mito e AMP Costa degli Infreschi e Masseta (Sa)    5    San Giovanni a Piro –Camerota – Palinuro – Pisciotta
13    Alto Salento Adriatico (Le)    5    Melendugno – Otranto – Vernole
14    Parco agrario degli Ulivi secolari (Ba e Br)    5    Polignano a mare – Ostuni – Monopoli – Fasano – Carovigno
15    Litorale Trapanese Nord (Tp)    5    San Vito lo Capo – Custonaci – Erice
16    Ustica (Pa)    5    Ustica

Potrebbe interessarti

  • "Aiuto, abbiamo la casa invasa da serpenti": incubo per una famiglia di Teggiano

  • Battipaglia, serpente a spasso in via De Amicis: l'appello

  • Mare sporco a Salerno: denunce e proteste dei cittadini

  • Sette cartomanti in poche centinaia di metri: nuova "invasione" sul lungomare

I più letti della settimana

  • Lutto a Salerno, morto il medico-pediatra Luca Budetta

  • Colto da malore appena arriva in azienda: morto 49enne ad Atena Lucana

  • Incidente a Giovi: è morta Eleonora, l'amica della famiglia Scannapieco

  • Idrante usato per allontanare dei giovani: scoppia il caso a "Baccanalia"

  • Incidente a Giovi: ecco le condizioni di salute dei quattro feriti

Torna su
SalernoToday è in caricamento