Mascherine artigianali protettive: le produce una sarta palestinese, l'idea di Nihad

Residente a Baronissi, la sarta accolta nel nostro Paese insieme alla sua famiglia, si è cimentata nel lavoro artigianale che, oltre ad esprimere una innata laboriosità, restituisce dignità e speranza

Mascherie artigianali, con tanto di tasca e un foglio in tessuto non tessuto già incluso: questa l'idea di Nihad, una giovane donna palestinese, costretta a lasciare il proprio Paese e accolta in Italia insieme alla sua famiglia. Residente a Baronissi, la sarta si è cimentata nel lavoro artigianale che, oltre ad esprimere la sua innata laboriosità, prova a restituirle dignità e speranza.

La mascherina che non è un presidio medico e dovrà essere lavata e igienizzata prima dell'utilzzo, ha un costo di 2 euro che andrà devoluto interamente a Nihad. Per informazioni: Equa Tienda in via Iannelli (alle spalle di piazza Portanova).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento