rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
social

Mcdonalds sforna solidarietà a Salerno: cibo donato al Banco Alimentare

Ristoranti impegnati a Salerno: punto vendita in via dei Greci a Fratte, l'altro di via Roma. "E' stato messo a punto un progetto di ampio respiro, a sostegno delle fasce più fragili", spiega Luigi Snichelotto, partner McDonald’s

McDonald's sforna solidarietà. Oggi è stata presentata l'iniziativa “Sempre aperti a donare”, che interesserà le province di Salerno e Potenza. Il progetto è svolto in collaborazione con Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald. Saranno donati 200 pasti caldi ogni settimana (400 in totale 200 per provincia), fino a marzo, in sinergia con Banco Alimentare. "Al giardino della Minerva, primo orto botanico della civiltà occidentale, McDonald's ha già contribuito in passato a realizzare l'aula multimediale e ha reso un grande servizio alla città di Salerno. E' importante che un'azienda lasci parte dei propri guadagni al territorio", ha detto Franco Picarone, presidente Commissione Bilancio e Finanza Regione Campania.

I dettagli

Ristoranti impegnati a Salerno: punto vendita in via dei Greci a Fratte, l'altro di via Roma. "E' stato messo a punto un progetto di ampio respiro, a sostegno delle fasce più fragili - spiega Luigi Snichelotto, partner McDonald’s per le province di Salerno e Potenza - Il menù prevede un doppio cheeseburger, frutta e acqua minerale. Accadrà due volte a settimana, saranno coinvolti rappresentanti delle associazioni. Utilizzati strumenti di trasporto idonei, così da garantire la fragranza. Le persone individuate sono quelle in difficoltà lavorative, economico, sociale. Ci fa piacere aderire a questa iniziativa nazionale, che vede coinvolti un centinaio di ristoranti in ottanta città".

McDonald's sforna solidarietà - gallery

La genesi dell'iniziativa

"Il progetto è cresciuto oltre le nostre aspettative e prende origine - spiega Tommaso Valle, Direttore Comunicazione McDonald’s Italia - da quello che è accaduto la notte dell'11 marzo. In quella notte, a causa della pandemia, abbiamo chiuso 600 ristoranti. Resterà nella nostra storia: siamo abituati ad aprire ristoranti per dare opportunità di impiego. La chiusura, invece, è un momento particolarmente drammatico, complicato. Dopo quella chiusura, a fronte di una sitiuazione di solitudine e smarrimento, abbiamo fatto un primo tentativo. In una decina di ristoranti, abbiamo riaperto le cucine per preparare i pasti, funzionali all'approvvigionamento delle persone in difficoltà. E' stata una esperienza gratificante per le persone che riuscivamo ad aiutare e per i nostri dipendenti, che vivevano concretamente il concetto di solidarietà e aiuto. In occasione della seconda ondata di contagi, ci siamo dati in autunno un obiettivo stimolante: centomila pasti da servire ai bisognosi. Eravamo partiti con venti ristoranti, ma abbiamo coinvolto cento ristoranti in ottanta città. L'obiettivo è fornire un pasto ma anche portare un sorriso e un abbraccio virtuale alle persone che si sono trovate a vivere all'improvviso una situazione di difficoltà. Dietro l'hamburger e le patatine, c'è molto di più: in Campania diamo lavoro a 1400 persone; il 60% dei lavoratori è femminile; l'età media è di 29 anni. Cerchiamo sempre di raccontare quello che non si vede. Il nostro segreto è la formula di franchising, cioè i suoi 140 imprenditori".

Il report di Banco Alimentare

E' stato letto un messaggio di Giovanni Bruno, presidente di Banco Alimentare: "Siamo molto felici di questo progetto. Coinvolgerà tutte le regioni d'Italia. Le conseguenza della pandemia hanno toccato il tessuto sociale ed economico. Abbiamo registrato forti richieste di aiuto, che arrivano attraverso le strutture caritative. In Campania le richieste toccano picchi superiori al 40%. Collaborare e creare sinergie è fondamentale: significa potenziare la capacità di aiuto con chi opera a contatto con il bisogno. Arriveranno centomila pasti a persone e famiglie in difficoltà".

I relatori

Alla conferenza stampa, che si è svolta in streaming, sono intervenuti Franco Picarone, presidente Commissione Bilancio e Finanza Regione Campania, Luigi Snichelotto, partner McDonald’s per le province di Salerno e Potenza, Marco Lucchini di Banco Alimentare ha fatto pervenire propri saluti, Tommaso Valle, Direttore Comunicazione McDonald’s Italia, i delegati delle associazioni L’Abbraccio, Filotea, Fondazione Madre Teresa di Calcutta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mcdonalds sforna solidarietà a Salerno: cibo donato al Banco Alimentare

SalernoToday è in caricamento