rotate-mobile
social Montano Antilia

Giornata mondiale del Gioco: nel salernitano esiste il Museo del giocattolo povero

Al Museo, ideato in collaborazione con le scuole del luogo, è connesso il Festival Internazionale del Gioco e Giocattolo di Tradizione, indirizzato alle Scuole Primarie e Secondarie

Ogni anno, il 28 maggio, in tutto il mondo viene celebrato il diritto di giocare di ogni bambino. L’articolo 31 della Convenzione sui diritti dell’ infanzia sancisce il diritto al gioco e richiama tutti gli adulti ad adoperarsi perché sia soddisfatto il diritto al gioco inteso come gioco auto-determinato, ricreazione, conoscenza, pausa e accesso all’arte e alla cultura da protagonisti e non solo da fruitori che vengono istruiti da persone adulte. A questa data si aggiunge che il 27 maggio è proprio l’anniversario in cui l’Italia, con la legge numero 176 del 27 maggio 1991, ha adottato la Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.  

La curiosità

In provincia di Salerno esiste, dal 1999, il Museo del giocattolo povero di Massicelle, frazione di Montano Antilia, che raccoglie ricostruzioni e oggetti originali utilizzati come giocattoli ed evidenzia la capacità creativa dei ragazzi del passato nell’inventarsi i propri giochi utilizzando materiali poveri a loro disposizione. Al Museo, ideato in collaborazione con le scuole del luogo, è connesso il Festival Internazionale del Gioco e Giocattolo di Tradizione, indirizzato alle Scuole Primarie e Secondarie. In occasione di tale manifestazione gli alunni partecipanti gareggiano nei giochi tradizionali come “il Lancio dello Strummolo”, “le Furrianughe”, “lo Sciuttapanni”, “la Carruzzella”, “i Quattro Cantoni “la Ruzzola” e “lë Schers Del Ghëub”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale del Gioco: nel salernitano esiste il Museo del giocattolo povero

SalernoToday è in caricamento