rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
social Nocera Superiore

"Unarma", il calendario dell'associazione carabinieri presentato alla Fresa-Pascoli

Interverranno gli alunni rappresentanti di classe, i docenti di costituzione, i docenti liberi dal servizio, i rappresentanti dei genitori che vorranno intervenire, i membri del consiglio d'istituto, altre rappresentanze istituzionali collegati online

E' previsto per venerdì 13 gennaio, presso l’aula docenti dell’Istituto Comprensivo Fresa-Pascoli di Nocera Superiore, dalle ore 10.00 alle 12.00, un’Assemblea di classe straordinaria per discutere dei seguenti punti all’ordine del giorno: legalità e formazione del cittadino attivo. L'argomento rientra nell’ambito del nostro Progetto PTOF di Ed. alla Cittadinanza. Durante l'incontro sarà fatta la presentazione del Calendario Storico Unarma 2023 dell’Associazione Sindacale Carabinieri in occasione del suo 30° anniversario.

L'evento

Interverranno gli alunni rappresentanti di classe, i docenti di costituzione, i docenti liberi dal servizio, i rappresentanti dei genitori che vorranno intervenire, i membri del consiglio d'istituto, altre rappresentanze istituzionali collegati online. Il 13 gennaio, dalle ore 10.00 alle ore 12.00,  è convocata l’assemblea degli studenti.

L’assemblea si dividerà in due momenti:

- Dalle ore 10.00 alle 11.00 la convocazione avrà come oggetto un monitoraggio sulle attività dell’anno scolastico e input degli alunni ai fini dell’elaborazione del Piano di miglioramento.
- Dalle ore 11.00 alle ore 12.00 ci saranno interventi degli ospiti della scuola: si passerà la parola agli esperti a sostegno del progetto di cittadinanza con l'apporto dell’amico della scuola Emilio Taiani con l’iniziativa.

"La scuola - si legge in una nota dell'istituto - ha compiti pedagogici, svolge cioè un’azione che dovrebbe tendere allo sviluppo delle potenzialità dei bambini; gli insegnanti possono offrire agli operatori dei servizi un quadro ampio e dettagliato delle problematiche, ma anche delle aree di risorsa dei propri alunni. Gli operatori dei servizi, d’altro canto, offrono ai docenti una visione clinica della situazione individuale; con l’apporto degli uni e degli altri si giunge così a una conoscenza completa, approfondita, funzionale. Il progetto educativo si svolge così con una pluralità di competenze, che dovrebbero lavorare in rete, con l’obiettivo di individuare le peculiarità del soggetto, ma anche di sostenere quest’ultimo nella conquista del proprio benessere psicologico, che si traduce nel benessere del gruppo. Il rispetto dei tempi e lo sviluppo dell’autonomia Lo sviluppo dell’autonomia è un processo graduale e richiede il sostegno degli adulti, che non devono sostituirsi ai bambini, bensì aiutarli a scoprire il piacere di apprendere, di imparare a gestire da soli la quotidianità. Autonomia come capacità di riconoscere le proprie competenze, le proprie difficoltà, i propri bisogni, di chiedere aiuto quando serve, di sentirsi orgogliosi delle piccole conquiste. Gli alunni vengono posti di fronte e proposte graduali riferibili alla fascia di età, ma non dobbiamo dimenticare che ogni individuo ha propri stili cognitivi, si porta dietro un apprendimento pregresso, appartiene a un mondo affettivo e relazionale che è solo suo. Ogni percorso ha proprie caratteristiche e di queste dobbiamo tenere di conto"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Unarma", il calendario dell'associazione carabinieri presentato alla Fresa-Pascoli

SalernoToday è in caricamento