rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
social Pollica

Dodici anni fa l'omicidio di Vassallo: messa e commemorazione con i sindaci

Il Comune di Pollica, in collaborazione con Legambiente, ha deciso, dopo due anni di interruzione a causa della pandemia, di far ripartire il premio Angelo Vassallo

Oggi, giorno del dodicesimo anniversario dell'assassinio di Angelo Vassallo, la sua comunità, sindaci, autorità, associazioni e semplici cittadini renderanno omaggio alla memoria del "sindaco pescatore" di Pollica. La cerimonia di commemorazione avrà inizio alle 18.30 con una messa presso la chiesa Maria SS dell'Annunziata di Acciaroli. A seguire le celebrazioni si sposteranno nell'adiacente Arena del Mare sul porto turistico dove sarà deposta in mare una corona di alloro sulle note del "Silenzio".

L'iniziativa 

Il Comune di Pollica, in collaborazione con Legambiente, ha deciso, dopo due anni di interruzione a causa della pandemia, di far ripartire il premio Angelo Vassallo. Si tratta di un riconoscimento che viene assegnato ai sindaci che favoriscono lo sviluppo dei territori nel rispetto dell'ambiente e della legalità, valori che hanno ispirato l'azione di Vassallo affinché il suo esempio continui ad essere fonte di ispirazione. Quest'anno il premio si arricchisce, inoltre, di un importante momento dal titolo Comunità in Transizione - La Ri-Evoluzione Energetica" i cui primi cittadini delle principali città italiane, racconteranno di come i sindaci alla guida di comunità che stanno affrontando processi di rigenerazione, grandi sfide ed una transizione profonda, quella energetica che non può prescindere da altre rivoluzioni epocali come quella digitale e quella culturale, possono e devono fare la differenza.

I partecipanti

Dalle 21 interverranno - insieme a Stefano Pisani (sindaco di Pollica e coordinatore dei Piccoli Comuni di ANCI Campania) - Gaetano Manfredi (sindaco di Napoli), Matteo Ricci (sindaco di Pesaro), Sonia Alfano (sindaca di San Cipriano Picentino), Isabella Conti (sindaca di San Lazzaro di Savena - vincitrice dell'ultima edizione del Premio Angelo Vassallo), Carlo Marino (sindaco di Caserta, presidente di ANCI Campania) e, da remoto Antonio Decaro (sindaco di Bari e presidente di Anci), Giuseppe Sala (sindaco di Milano), Matteo Lepore (sindaco di Bologna), Dario Nardella (sindaco di Firenze). Dalle 22 gli interventi di Stefano Ciafani, (presidente di Legambiente), Angelina Vassallo, Antonio Decaro e Stefano Pisani per la consegna del Premio "Angelo Vassallo". Dalle 22.30 l'intervento di Emilio Casalini di Generazione Bellezza e la proiezione de "Il Sindaco".

Il commento

"Nel solco di Angelo, grande innovatore e di profondo amante dell'ambiente - spiega Stefano Pisani -, quest'anno il premio vuole essere anche un importante momento di riflessione sul ruolo dei sindaci, alla guida di comunità che stanno affrontando processi di rigenerazione, grandi sfide ed una transizione profonda, quella energetica che non può prescindere da altre rivoluzioni epocali come quella digitale e quella culturale. Per questo motivo abbiamo immaginato un momento di confronto tra i Sindaci per discutere di 'Comunità in Transizione - La Ri-Evoluzione Energetica'. Siamo tutti ben consapevoli che la transizione energetica, intesa come costruzione di un nuovo modello di organizzazione sociale basato su produzione e consumo di energia proveniente da fonti rinnovabili, è tanto necessaria quanto urgente. Perché sia effettiva, devono essere innescati cambiamenti culturali, materiali ed immateriali, basati su una nuova concezione del mondo che si ispiri all'Ecologia Integrale e persegua l'equilibrio per il nostro Pianeta". Stefano Ciafani, presidente di Legambiente, afferma: "In questi anni difficili funestati dal dramma del Covid-19, dalla crisi economica, dai rincari dell'energia e dall'ennesima guerra, stavolta all'ingresso dell'Europa, ci sono stati sindaci che nel nostro Paese hanno continuato a governare sui loro territori seguendo il faro di una transizione ecologica vera, giusta, rispettosa della legalità e della coesione sociale. Mai come in questo momento è importante valorizzare queste esperienze che seguono la strada segnata coraggiosamente da Angelo Vassallo a Pollica, perché solo replicandole su tutto il territorio nazionale renderemo l'Italia un paese più verde, innovativo e inclusivo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dodici anni fa l'omicidio di Vassallo: messa e commemorazione con i sindaci

SalernoToday è in caricamento