rotate-mobile
social Palomonte

Palomonte, tutto pronto per l'intitolazione della biblioteca comunale al poeta Scotellaro

La cerimonia si svolgerà venerdì 19 aprile con un momento di ricordo del poeta, a partire dalle ore 10 in via A. Massa, nell’aula consiliare del Comune

È il poeta lucano, Rocco Scotellaro, storica figura della letteratura e della politica del Mezzogiorno, il personaggio a cui sarà intitolata la biblioteca del Comune di Palomonte. A 101 anni dalla nascita di Scotellaro, in linea con gli eventi culturali del centenario in ricordo dello scrittore e delle sue opere in tutta Italia, anche la cittadina di Palomonte omaggerà il poeta lucano con l’intitolazione della biblioteca comunale, luogo simbolo della cultura e dell’identità storica. 

L'iniziativa

La cerimonia si svolgerà venerdì 19 aprile con un momento di ricordo del poeta, a partire dalle ore 10 in viaMassa, nell’aula consiliare del Comune di Palomonteper poi proseguire con il taglio del nastro e lo scoprimento della targa posta all’ingresso della biblioteca comunale, alla presenza del sindaco della cittadina salernitana, Felice Cupo, del vicepresidente della Provincia di Salerno, Giovanni Guzzo, dell’assessore alla cultura del Comune di Palomonte, Lara Moscato, del vicesindaco del Comune di Tricarico, Pietro Battaglia, della professoressa di lingua e letteratura italiana, Francesca Troisi, del professore di letteratura italiana del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Salerno e storico, Sebastiano Martelli, e della studiosa e parente del poeta Scotellaro, la professoressa Maria Rosaria Toneatto. 

L’evento, presentato dalla giornalista salernitana Mariateresa Conte, a cui parteciperanno tra gli altri, Autorità e studenti di ogni ordine e grado di varie scuole della provincia, vedrà l’illustrazione al pubblico di alcuni pannelli ritraenti le opere del poeta e di un ritratto con una targa in memoria di Rocco Scotellaro.   Originario di Tricarico, piccola cittadina della Basilicata, Rocco Scotellaro, fu poeta, romanziere e sindaco ed esponente politico del partito socialista. Attraverso i suoi scritti Scotellaro narrò la realtà drammatica e i disagi vissuti dal popolo e dal mondo contadino del Mezzogiorno, ma anche la voglia di riscatto e il risveglio politico e sociale di un Sud che non si è mai arreso. 

Il commento 

“Le poesie di Scotellaro - spiega l’assessore delegato alla cultura del Comune di Palomonte, Lara Moscato, promotrice dell’iniziativa -testimoniano le solitudini del nostro amato Mezzogiorno, non solo fisiche ma anche storiche ed esistenziali, rimasto ai margini della politica nazionale e con un numero sempre più elevato di giovani, ieri come oggi, costretti ad emigrare. Scotellaro- chiosa-è un poeta che racchiude i sogni e le speranze dei giovani della nostra terra che decidono di restare per provare ad immaginare nuove opportunità di sviluppo, nuovi modelli e stili di vita, con l’orgoglio di appartenere a questa terra e alla sua storia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palomonte, tutto pronto per l'intitolazione della biblioteca comunale al poeta Scotellaro

SalernoToday è in caricamento