Lasagne e pastiere per chi è solo: il pranzo di Pasqua donato da "Contrariamente" e Re Baccalà

L’iniziativa rientra tra le numerose azioni di una campagna solidale promossa dall’associazione in collaborazione con altre realtà territoriali, con il sindaco Gianfranco Valiante e ora anche con lo staff di Re Baccalà

Siniscalco

Pranzo solidale, ieri, a Baronissi, grazie all’associazione Contrariamente che ha preparato e consegnato gli squisiti piatti di Re Baccalà Osteria del Mare alle famiglie in difficoltà, indicate dai servizi sociali del Comune di Baronissi. L’iniziativa rientra tra le numerose azioni di una campagna solidale promossa dall’associazione  in collaborazione con altre realtà territoriali, con il sindaco Gianfranco Valiante e ora anche con lo staff di Re Baccalà. Convinti che "La solidarietà, come la gioia, è più bella se condivisa”, i volontari, dunque, in collaborazione con il ristorante Re Baccalà, hanno donato una porzione di lasagna e una piccola pastiera tipica delle tradizioni pasquali del nostro territorio, recapitandola a domicilio ai nonni e alle nonne che purtroppo vivono una situazione di solitudine. 

L'iniziativa

L’associazione ed il ristorante Re Baccalà con questo gesto hanno voluto rappresentare l’affetto e l’abbraccio virtuale in un giorno di festa che non deve far sentire nessuno solo. È commovente il post ricevuto sul gruppo dell’associazione di uno dei soci che ha provveduto alle consegne, rivolto al presidente Tony Siniscalco

“Caro Tony, cari amici questa mattina ho avuto l'onore di consegnare ciò che avevate preparato con cura e amore. Non vi nascondo che quando sono entrato nelle case di alcune persone anziane mi è venuto il magone. Non sapevo cosa dovevo dire ad ognuna di loro.

Entrare in una casa dove non vi è nessun simbolo della Pasqua ti rendi conto della povertà che c'è in giro. Però quando una di loro mi ha battuto le mani e mi ha chiesto "cosa c'è di buono da mangiare?" Mi sono sciolto, mi è passato il magone e mi sono caricato di un'energia indescrivibile. Credetemi detto da me che ho un carattere molto forte vi deve far pensare a ciò che stiamo costruendo insieme. Grazie amici per quello che fate.”

Altre persone hanno applaudito i volontari e questo è stato il segno più bello e gratificante per l’Associazione e per lo staff del ristorante Re Baccalà che eccezionalmente ha riaperto i propri locali, grazie anche all’autorizzazione concessa dal sindaco di Baronissi, al solo fine di predisporre la preparazione dei cibi da consegnare. 

Parla Tony Siniscalco

"Sono felice di essere vicino ai cittadini, grazie anche all’aiuto dei volontari dell’Associazione che presiedo.

Sono personalmente soddisfatto per l’impegno profuso dall’Associazione nell’organizzazione di questa iniziativa solidale e grato a tutti i soci”. 

L’Associazione “ContrariaMente” ha inoltre aderito, insieme al club Lions (Principessa Sichelgaita) di Salerno all’iniziativa promossa per la consegna del pranzo al dormitorio “Don Giovanni Pirone” ospitato presso il Convento dei Frati minori di Salerno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento