rotate-mobile
social Pontecagnano Faiano

Pontecagnano, via libera al restauro del "Fontanone" di Faiano

L'ottocentesco Fontanone di Faiano si appresta a tornare al suo aspetto originario. La soprintendenza ha dato il via libera al restaturo, che sarà realizzato grazie al finanziamento ottenuto da Scabec

Lo storico Fontanone di Faiano dice addio al murales della discordia e si appresta a tornare al suo aspetto originario. L’Ufficio di Gabinetto del sindaco ha infatti dato il via libera all’affidamento dell’intervento di restauro conservativo alla società Vassallo Antiques di Napoli, per un totale di 18318 euro (finanziati da Scabec).

Il restauro del Fontanone (realizzato nel 1885), autorizzato dalla soprintendenza lo scorso 12 agosto, metterà fine al caso scoppiato nel 2017, quando, nell’ambito del progetto artistico Contemporaneo Urbano, sul Fontanone fece la sua comparsa un murales dell’artista Alice Pasquini ritenuto deturpante da molti residenti tanto da arrivare ad una petizione per la sua rimozione.

Le dichiarazioni dell'assessore

"Finalmente – spiega l'assessore alla Cultura, Adele Triggiano - partiamo con il restauro finanziato da Scabec, che per via del Covid è stato rimandato. Al termine dell'intervento il Fontanone tornerà com’era in origine grazie all’approfondita ricerca storica compiuta. Successivamente toccherà ai dieci murales realizzati negli anni Ottanta nelle vie del borgo da grandi artisti quali Pietro Lista, Paolo Signorino, Marcello Mori e tanti altri, che ad oggi versano in condizioni non ottimali. Anche tale restauro sarà finanziato da Scabec, come previsto dalla convenzione firmata nel 2020. Dopo la conclusione dei lavori di riqualificazione dei murales organizzeremo una serie di attività culturali che saranno strettamente collegate al territorio ed al suo tessuto commerciale ed economico".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontecagnano, via libera al restauro del "Fontanone" di Faiano

SalernoToday è in caricamento