rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
social Baronissi

Baronissi: ContrariaMente e Re Baccalà distribuiscono il pranzo di Pasqua ai "più soli"

Il pranzo donato è stato preparato secondo le tradizioni locali: lasagna al ragù, salsicce, polpettone al forno con patate profumate e colomba. Le pietanze sono stata elaborate dallo chef e da tutto lo staff dell’Osteria Re Baccalà nel rispetto delle regole anti Covid e distribuite dai volontari dell’associazione ContrariaMente Baronissi

In occasione della seconda Pasqua all'insegna delle restrizioni causate dalla pandemia l'Osteria di Re Baccalà di Baronissi, insieme ad i volontari dell'associazione ContrariaMente, hanno portato il loro augurio a coloro che sono più soli, consegnando a domicilio il pranzo di Pasqua.

L'iniziativa

L’iniziativa rientra tra le tantissime azioni di una campagna solidale promossa dall’Associazione in collaborazione con le altre realtà locali. Ad accompagnare i volontari nelle loro iniziative il motto: "La solidarietà, come la gioia, è più bella se condivisa".

Baronissi: Re Baccalà e ContrariaMente distribuiscono il pranzo di Pasqua

Il commento

Il pranzo donato è stato preparato secondo le tradizioni locali: lasagna al ragù, salsicce, polpettone al forno con patate profumate e colomba. Le pietanze sono stata elaborate dallo chef e da tutto lo staff dell’Osteria Re Baccalà nel rispetto delle regole anti Covid e distribuite dai volontari dell’associazione ContrariaMente Baronissi. 

"In queste circostanze, un piccolo gesto può riempire il cuore e l’anima più di qualsiasi altra ricchezza. Un dono simbolico, perché nel giorno della resurrezione di Gesù nessuno deve sentirsi solo . Passerà questo brutto momento e ci abbracceremo di nuovo, più forti di prima! La solidarietà come la gioia è più bella se condivisa": questo il pensiero e l’augurio di Tony Siniscalco, restaurant manager dell’Osteria Re Baccalà e presidente dell’associazione ContrariaMente Baronissi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baronissi: ContrariaMente e Re Baccalà distribuiscono il pranzo di Pasqua ai "più soli"

SalernoToday è in caricamento