social

Criticità nel mondo della Scuola: Unione degli Studenti protesta sui social

La mobilitazione si è svolta principalmente via social, attraverso un’attivazione tramite foto petizioni: “Siamo disabili non diversi, vogliamo uguali diritti!” si legge su uno dei cartelli retti dagli studenti

Foto di Guglielmo Gambardella

Mentre a Roma si è svolta il Global Health Summit, un evento organizzato dal G20 "che vede ancora una volta escluse le esigenze dei giovani", l’Unione degli Studenti Salerno ieri ha organizzato una mobilitazione per mettere in luce le varie criticità che stanno plasmando il mondo della scuola.

La mobilitazione si è svolta principalmente via social, attraverso un’attivazione tramite foto petizioni: “Siamo disabili non diversi, vogliamo uguali diritti!” si legge su uno dei cartelli retti dagli studenti, a denuncia di una delle problematiche che hanno reso e rendono tuttora l’ambiente scolastico poco inclusivo.

La nota dell'Uds

Poco inclusivo anche per la mancanza di un sostegno psicologico per gli studenti, venuta a galla soprattutto nel periodo di didattica a distanza, che ha aumentato i disturbi relativi all’ansia e allo stress. Anche con la ripresa delle lezioni in presenza tali problematiche sembrano non essere diminuite, ma anzi aumentate, soprattutto dal punto di vista legato ai trasporti e agli spazi scolastici, infatti, il rientro è stato difficoltoso soprattutto per gli studenti e le studentesse pendolari, visto che la sicurezza sui mezzi di trasporto non viene garantita.

Con la mobilitazione di oggi rivendichiamo centralità e protagonismo: per ricostruire la scuola è necessario ascoltare gli studenti. Vogliamo far sentire la nostra voce a chi decide del nostro futuro! 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criticità nel mondo della Scuola: Unione degli Studenti protesta sui social

SalernoToday è in caricamento