Romecup 2017, l'istituto "Guglielmo Marconi" di Nocera Inferiore

Il team degli allievi partecipanti, composto da circa 20 ragazzi delle classi intermedie, coordinati dal professore Giuseppe Amato, si cimenterà nelle gare delle categorie "explorer" ( Iunior e senior), presentando due nuovi robot esploratori "speedy"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Anche quest'anno l'Istituto di Istruzione Superiore G. Marconi di Nocera Inferiore parteciperà alla manifestazione Romecup 2017 che si terrà a Roma dal giorno 15 al giorno 17 marzo presso l'Università di Tor Vergata. Il team degli allievi partecipanti, composto da circa 20 ragazzi delle classi intermedie, coordinati dal professore Giuseppe Amato, si cimenterà nelle gare delle categorie "explorer" ( Iunior e senior), presentando due nuovi robot esploratori "speedy". Amato lo scorso anno guidò al podio i quattro pionieri del Marconi della robotica: Pio Francesco Armenante, Giusy Longobardo, Pasquale Nocera e Daniele Viscardi, nelle finali Romecup 2016 (con un eccezionale terzo posto e con ampie risonanze sui quotidiani, sul web e sul Tg3 Campania ), ripropone l'impresa, allargando la squadra sempre ispirandosi ai paradigmi della competenza, della professionalità, del saper essere e del saper vivere e "fare" insieme.

Tra l'altro, oltre alle gare, la scuola sarà presente in tutte le altre attività previste nella manifestazione, quali stand espositivi e laboratori didattici , ove verranno presentati tutti i progetti di robotica sviluppati in Istituto e lezioni didattiche laboratoriali per le scuole in visita, tenute dagli stessi allievi e predisposte sotto la guida dei docenti delle discipline coinvolte. Quest'anno la folta delegazione è anche accompagnata dalla collaboratrice del dirigente, professoressa Bruna Tafuri. L'Istituto G. Marconi, con la conduzione del dirigente scolastico prof. Alessandro Ferraiuolo, da anni investe nei settori dell' innovazione tecnologica, ponendo la robotica tra gli argomenti centrali dei percorsi di insegnamento degli indirizzi di specializzazione , quale momento di sviluppo di idee creative e condivise tra gli allievi, implementando metodologie di "problem solving" prospettiva fondamentale in una scuola innovativa ed in sinergia con le società tecnologiche postmoderne.

Torna su
SalernoToday è in caricamento