rotate-mobile
social

Salerno, premio "Green Pride" ai forestali del nucleo Agroalimentare

L’intervento della sede di Salerno dei Carabinieri per identificare e reprimere un’azione di contraffazione di un noto marchio di farine per pizza è la conferma dell’efficacia dell’attività di contrasto all’agropirateria

Il comando Carabinieri tutela agroalimentare ha ricevuto il premio Green pride per la lotta all’agropirateria. A consegnare il riconoscimento tre giorni faal comandante Luigi Cortellessa sono stati Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione UniVerde e promotore della campagna #NoFakeFood, e Jimmy Ghione, storico inviato di “Striscia la notizia” e testimonial della campagna.

Green Pride, un premio grazie all'intervento della sede a Salerno

“L’intervento della sede di Salerno dei Carabinieri per identificare e reprimere un’azione di contraffazione di un noto marchio di farine per pizza è la conferma dell’efficacia dell’attività di contrasto all’agropirateria. Questo riconoscimento viene attribuito nel mese di dicembre in cui celebriamo il 3° anniversario del riconoscimento Unesco all’Arte del pizzaiuolo napoletano proprio per rimarcare l’impegno a difesa del vero Made in Italy” sottolinea in nota Pecoraro Scanio. “Con la campagna #NoFakeFood vogliamo tutelare i produttori italiani vittime della contraffazione e dei prodotti taroccati” aggiunge in nota Jimmy Ghione“Ringrazio di questo riconoscimento l’onorevole Pecoraro Scanio che già da ministro potenziò questo nostro comando e siamo sempre più impegnati in questa azione di legalità” ha dichiarato il comandante Luigi Cortellessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno, premio "Green Pride" ai forestali del nucleo Agroalimentare

SalernoToday è in caricamento