rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
social

Musica: giovane Gibboni trionfa al Premio Paganini, dopo due decenni premio torna in Italia

Dopo Salvatore Accardo (1958), Massimo Quarta (1991) e Giovanni Angeleri (1997), la sera del 24 ottobre, un altro italiano ha vinto il 'Premio Paganini': Giuseppe Gibboni, 20 anni, proveniente da Salerno, si è imposto nella 56/ma edizione del Concorso Internazionale di violino

Dopo Salvatore Accardo (1958), Massimo Quarta (1991) e Giovanni Angeleri (1997), la sera del 24 ottobre, finalmente, un altro italiano ha vinto il 'Premio Paganini': Giuseppe Gibboni, 20 anni, proveniente da Salerno, si è imposto nella 56/ma edizione del Concorso Internazionale di violino dedicato al grande artista genovese.

"In questo momento - è stato il commento a caldo del giovane violinista - è difficile dire qualcosa. Sul palco quando ho terminato Paganini e ho ricevuto una incredibile ovazione da parte del pubblico, mi e' scesa una lacrima, l'emozione era davvero troppo forte. Dedico la mia vittoria a chi mi e' stato vicino, alla mia famiglia che da quando a tre anni ho iniziato a studiare mi ha aiutato e alla mia fidanzata Carlotta Dalia che mi ha sostenuto in questo periodo difficile".

La performance

Tecnica straordinaria, totale padronanza dello strumento, Gibboni ha regalato un'incredibile lettura del Concerto n.1 di Paganini, ma ha evidenziato anche sensibilita' interpretativa e eleganza lirica ottenendo un caloroso successo pure nella esecuzione del Concerto di Tcajkovskij. Al secondo posto si è piazzato il sudcoreano di appena 16 anni Nurie Chung, un talento che fara' certamente parlare di se' e che domenica ha regalato una lettura davvero convincente del Concerto di Sibelius. Dietro a loro, terze ex aequo la svedese Ava Bahari, 24 anni, e la tedesca Lara Boschkor, 22 anni. Al Premio si erano iscritti 102 concorrenti. Di questi una commissione, visionando i video inviati aveva selezionato i 32 candidati a esibirsi in pubblico a Genova. Solo 24, però, si sono poi presentati per le difficolta' derivanti dalla pandemia. Sedici sono passati in semifinale e sei approdati alle finali di sabato e domenica ospitate al Carlo Felice con l'Orchestra del teatro diretta dal presidente della giuria Sergej Krylov.

I complimenti del sindaco Napoli:

Esprimo i miei complimenti più calorosi a Giuseppe Gibboni, violinista appena ventenne, che ha vinto il prestigioso Premio Internazionale Paganini. La rassegna internazionale premia gli artisti emergenti ed è il preludio di una carriera ricca di successi. 
Gibboni, originario di Campagna, ha studiato nel Conservatorio di Salerno. Siamo orgogliosi di lui e lo attendiamo al Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno per applaudirne una strepitosa esibizione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica: giovane Gibboni trionfa al Premio Paganini, dopo due decenni premio torna in Italia

SalernoToday è in caricamento