rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
social

“Querida Gala" da Salerno a Manchester: al Sackville l'assolo in omaggio alla moglie di Salvador Dalì

Il progetto coreografico che ha debuttato alla prima edizione del Festival Nazionale Rilievi in Danza a Cerveteri, si propone di riportare in scena alcuni aspetti della vita di Elena Diákonova, passata alla storia con il nome di Gala

Domani, al Sackville Theatre di Manchester si terrà la prima internazionale per “Querida Gala”, l’assolo tersicoreo della danzatrice salernitana Olimpia Milione coreografato da Antonello Apicella. A produrre lo spettacolo è l’Associazione Campania Danza con la direzione artistica di Antonella Iannone. Le musiche originali sono state scritte da Max Maffia; la scenografia è di Michele Paolillo mentre il disegno luci di Virna Prescenzo.

Il progetto

Il progetto coreografico che ha debuttato alla prima edizione del Festival Nazionale Rilievi in Danza a Cerveteri, riporta in scena alcuni aspetti della vita di Elena Diákonova, passata alla storia con il nome di Gala.

“Querida Gala” è un viaggio introspettivo nei mondi complessi e sfaccettati che lei, donna dal misterioso passato, ha inventato ogni qualvolta la vita le ha offerto un’opportunità. Il suo è stato un continuo ricominciare, riscrivendo ogni volta storie mai chiuse. Enigmatica seduttrice, nonostante la forte personalità artistica, Gala ha scelto il ruolo da protagonista nella vita privata ma non sulla scena, diventando ispiratrice di diversi artisti del movimento surrealista prima e musa - amata e venerata - di Salvador Dalí poi. A lui si devono i ritratti che oggi restituiscono il senso di un personaggio mitologico oltre il tempo e lo spazio. I tanti perché di questa storia si ritrovano negli scritti che mostrano come la Gala, amata e venerata, non abbia mai scelto di lasciarsi influenzare né dal suo passato né dalla personalità artistica dei suoi amori, rimanendo la migliore rappresentazione di se stessa. Dopo la data nella città del Nord-Ovest dell’Inghilterra,”Querida Gala” sabato 2 aprile 2022  torna in Italia e precisamente andrà in scena al Teatro Giuffrè di Battipaglia per una serata dedicata all’arte tersicorea organizzata dall’Associazione La dance.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Querida Gala" da Salerno a Manchester: al Sackville l'assolo in omaggio alla moglie di Salvador Dalì

SalernoToday è in caricamento