rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
social

Salerno Sistemi, presentato l’evento conclusivo del progetto “Le vie dell’Acqua”

La seconda edizione del progetto di educazione ambientale ha attivato una campagna informativa finalizzata ad una corretta gestione della risorsa “acqua” da parte dei cittadini/utenti, promuovendo comportamenti responsabili ed ecosostenibili nella vita di tutti i giorni (risparmio idrico, contenimento degli sprechi e tutela ambientale), proprio a partire dai ragazzi e dai loro nuclei familiari

Questa mattina, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città, alla presenza di Piero De Luca, del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, dell’assessore alla Pubblica Istruzione  Gaetana Falcone, del Presidente del Consiglio Comunale Dario Loffredo e Mariarosaria Altieri ( presidente di Sistemi Salerno Servizi Idrici S.p.A.), si è svolto l'evento conclusivo della seconda edizione del progetto di educazione ambientale rivolto alle ultime classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado salernitane “Le vie dell'Acqua”. La seconda edizione del progetto di educazione ambientale “Le Vie dell’Acqua”, ha attivato una campagna informativa finalizzata ad una corretta gestione della risorsa “acqua” da parte dei cittadini/utenti, promuovendo comportamenti responsabili ed ecosostenibili nella vita di tutti i giorni (risparmio idrico, contenimento degli sprechi e tutela ambientale), proprio a partire dai ragazzi e dai loro nuclei familiari. 

L'iniziativa

Il progetto, ad adesione volontaria ha consentito agli studenti delle classi quinte della scuola primaria di visitare i serbatoi di Monticelli e di capire concretamente quali sono le opere e le attività necessarie per portare l'acqua dalla natura (ciclo naturale) sino al rubinetto di casa (ciclo antropico). Gli allievi delle classi terze della scuola secondaria di I grado, invece, hanno avuto accesso all’impianto di depurazione comprensoriale a servizio dell’aerea salernitana di viale A. De Luca, presso il quale hanno potuto comprendere come l'acqua reflua venga raccolta e convogliata ad un impianto di depurazione che ne elimini tutte le sostanze inquinanti, al fine di poter essere poi scaricata in un corpo ricettore (nel nostro caso, prima il fiume e dopo poche centinaia di metri il mare), rispettando i limiti di legge e non producendo così danni all'ambiente. Durante la visita al depuratore, gli studenti hanno avuto inoltre la possibilità di visionare il sistema di telecontrollo che consente di verificare l'operatività e impartire comandi a tutti i macchinari del depuratore e delle stazioni di pompaggio che si trovano sui lungomari di Salerno e di Pontecagnano. Grazie a tale sistema, si garantisce 24 ore su 24 il corretto funzionamento dell’impianto di depurazione, nel rispetto dell’ambiente in cui viviamo. Durante la seconda edizione abbiamo introdotto una novità, gli alunni hanno avuto modo di testare, con la supervisione del nostro personale, il cercachiusini, la telecamera motorizzata e il robottino che la Divisione Acque Reflue utilizza per ispezionare la rete fognaria.Durante l’evento sono stati presentati gli elaborati prodotti dai ragazzi nell’ambito del concorso “Occhio all’Acqua”, il concorso che prevedeva la realizzazione, da parte di ogni classe, di materiali - quali disegni, immagini, foto - inerenti il risparmio idrico. Sono state premiate la scuola elementare “Istituto Santa Teresa del Bambino Gesù” e la scuola media Medaglie d'Oro.

Foto 1-108Foto 2-48

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno Sistemi, presentato l’evento conclusivo del progetto “Le vie dell’Acqua”

SalernoToday è in caricamento