rotate-mobile
social

San Marzano sul Sarno, Milano e Carosino unite nel nome di San Biagio

"Il panettone è del nostro Maestro pasticciere Vincenzo Faiella, la nostra eccellenza marzanese ed è stato mandato in una Rsa scelta dal Comune di Milano" ha detto la sindaca Carmela Zuottolo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La tradizione vuole che nel giorno della festa di San Biagio, il 3 febbraio, si mangi un panettone di Natale. È già il secondo anno che nell’ambito del progetto città biagiane che il Comune di San Marzano ha fatto un gemellaggio con l'amministrazione comunale di Milano. "Il panettone è del nostro Maestro pasticciere Vincenzo Faiella, la nostra eccellenza marzanese ed è stato mandato in una Rsa scelta dal Comune di Milano", ha detto la sindaca Carmela Zuottolo. "Anche la città di Carosino, in provincia di Taranto, ha mandato gli auguri alla città di San Marzano sul Sarno per la festa del Santo Patrono. Un'altra città con cui il comune di San Marzano sul Sarno ha stretto un legame di amicizia sempre nell’ambito delle città biagiane. Per noi è motivo di vanto e orgoglio".
Felice anche il Maestro pasticciere Vincenzo Faiella: "Per me onorare questa tradizione è motivo di orgoglio. Essendo marzanese, infatti, per me la festa di San Biagio rappresenta tanto e mi lega alle origini che porto con me sempre in giro per il mondo. Ringrazio la sindaca Zuottolo per questa stupenda opportunità"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Marzano sul Sarno, Milano e Carosino unite nel nome di San Biagio

SalernoToday è in caricamento