Segnalazioni Parco Arbostella

Degrado a Salerno, la lettera-sfogo: "Parco Arbostella ostaggio degli incivili"

L'avvocato Manuel Gatto, nostro lettore, denuncia lo stato di abbandono nel quale versa il parco giochi dell'Arbostella: cestini invasi da rifiuti, pavimentazione in gomma logorata e scivolosa, bottiglie di birra sulle panchine, tombini divelti e buche pericolose

"I parchi deviono essere chiusi non perché ci troviamo in zona rossa ma a causa dell'inciviltà delle persone". E' questa l'amara constatazione di un nostro lettore, l'avvocato Manuel Gatto. Attraverso una lettera-sfogo, denuncia lo stato di abbandono nel quale versa il parco giochi dell'Arbostella: cestini invasi da rifiuti, pavimentazione in gomma logorata e scivolosa in alcuni tratti, bottiglie di birra sulle panchine, tombini divelti e buche pericolose, avanzi di cibo, cartoni delle pizze ammassati, residuo di pic nic improvvisati. Tutto è documentato da fotografie, che pubblichiamo.

La lettera


"Ad Arbostella, forse perchè più preoccupati di abbattere platani definiti malati, pare che chi di dovere abbia completamente dimenticato cosa significhi pulire, manutenere e preservare. E così, capita che la sera nel parco della stazione metro si riuniscano allegramente persone incivili e villane - scrive il lettore - Dopo aver bevuto, mangiato e banchettato, pensano bene di lasciar traccia del proprio passaggio. A dire il vero, pur volendo, se si svuotano i cestini dei rifiuti una tantum diventa complicato mantenere luoghi comuni puliti e decorosi, figuriamoci poi se il senso civico scarseggia. Se ci si sposta nel parchetto dei bimbi, adiacente la stazione metro, da poco nuovamente fruibile e tanto atteso dai piccoli salernitani, non si capisce se le grate divelte, i tombini scoperchiati, le mattonelle mancanti, siano attrazioni per i più grandi o, come credo, pericoli indecenti per un luogo dove i bambini giocano e dovrebbero essere tutelati e protetti. Le foto potrebbero essere scattate in un qualsiasi weekend, anche di zona rossa, e, purtroppo, lo spettacolo non sarebbe certamente diverso. Per non parlare delle alberature che non vengono potate e letteralmente sfiorano finestre e balconi. Ho avuto la fortuna di girare l'Europa: definire, con audace incoscienza, Salerno città europea ed Arbostella meglio di Montecarlo, diventa espressione di spudorata menzogna".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado a Salerno, la lettera-sfogo: "Parco Arbostella ostaggio degli incivili"

SalernoToday è in caricamento