menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti abbandonati viale De Marco - Torre Angellara

Rifiuti abbandonati viale De Marco - Torre Angellara

Rifiuti a viale De Marco: raccolta a singhiozzo

Siamo a Torre Angellara, nei pressi del SERT e della chiesa San Vincenzo de' Paoli chiusa da mesi al culto. Cittadini segnalano rifiuti in strada e liti tra parcheggatori abusivi

Un materasso, bottiglie di birra, cartoni da imballaggio con codici ed etichette, cassette utilizzate per la frutta. I rifiuti di ogni ordine e grado sono ammassati in viale De Marco, a Torre Angellara. Durante la stagione estiva, la strada che sbocca su via Allende e costeggia il SERT e la chiesa di San Vincenzo de' Paoli, quest'ultima ormai chiusa al culto da mesi per urgenti lavori di ristrutturazione, è frequentata non solo da utenti dell'ambulatorio ambulatori del Servizio Tossicodipendenze ma anche da villeggianti che cercano un parcheggio in zona per raggiungere poi gli stabilimenti balneari. La segnalazione di rifiuti abbandonati in strada arriva proprio dai clienti dei lidi. Stamattina si sono imbattuti in cumuli di rifiuti, come documenta una delle foto inviate alla nostra redazione. Due "angoli" spazzatura a distanza di cinquanta metri: il primo all'ingresso del SERT e l'altro a ridosso della rete di recinzione della chiesa.

Nel corso della mattinata, gli addetti alla raccolta differenziata sono intervenuti per restituire decoro alla strada ma hanno rimosso parte della spazzatura, solo quella chiusa all'interno dei sacchetti. Tutto il resto - materassi, buste variopinte e gocciolanti, bottiglie di birra, cassette della frutta - non è stato raccolto anche perché andrebbe conferito in altri giorni della settimana. E in ogni caso non in quel pezzo di strada dove giace: in viale De Marco i rifiuti non sono stati posizionati davanti ad abitazioni ma abbandonati. I cittadini non segnalano solo il problema rifiuti ma anche la piaga dei parcheggiatori abusivi. Stamattina alcuni di loro hanno litigato - a quanto pare s'è trattato solo di un violento battibecco - per dividersi il "mercato delle auto in sosta". E' sempre più frequente la richiesta di soldi per il parcheggio. I vigili urbani provano ad arginare il fenomeno, talvolta transitano lungo via Allende, altre volte multano ma dopo alcuni minuti di calma piatta i parcheggiatori sono di nuovo operativi, con tanto di berretto, sedia in plastica e bottiglietta d'acqua per evitare l'insolazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento