Disagi al Pronto Soccorso del Ruggi, Polichetti: "Inevitabili lunghe attese per le procedure di sicurezza"

"A differenza di altre strutture ospedaliere, ci siamo distinti per una gestione ottimale", ha sottolineato il responsabile alla Sanità della Fials, il dottor Mario Polichetti

Nuovamente affollato, il pronto soccorso dell'ospedale Ruggi di Salerno. O meglio, gli spazi antistanti alla sala d'attesa che, sempre per le norme anti-contagio, non risultano fruibile al fine di evitare assembramenti di utenti. E se c'è chi si lamenta delle attese e della scomodità delle file sotto al sole, c'è anche chi elogia la gestione delle emergenze, comprendendo le ragioni del dilatamento dei tempi di accoglienza viste le procedure messe in atto per il monitoraggio dei casi.

L'osservazione

"A differenza di altre strutture ospedaliere, ci siamo distinti per una gestione ottimale -ha sottolineato il responsabile alla Sanità della Fials, il dottor Mario Polichetti- I tempi di attesa al pronto soccorso sono la conseguenza inevitabile per espletare le procedure finalizzate a garantire la sicurezza dei pazienti e del personale: gli accessi in ospedale non possono essere indiscriminati, proprio per evitare incidenti che farebbero male all'utenza direttamente ed indirettamente", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento