rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
social

Settanta paia di scarpe nuove donate a Caritas e a Galahad: l'iniziativa solidale dell'Unci di Salerno

La vicesindaca: "Dobbiamo educare i giovani al dono, quale atto di generosità denso di significato. Donare fa bene al cuore e alla mente, essere altruisti rafforza i legami sociali e rafforza il sentimento dell'amore verso chi è stato meno fortunato"

La generosità è di casa nella sezione provinciale di Salerno dell'Unione Nazionale Cavalieri d'Italia che da sempre promuove la cultura della solidarietà e dell'accoglienza nei confronti di chi ha bisogno. Ieri mattina, infatti, si è tenuta una nuova iniziativa lodevole presso la Caritas diocesana di via Bastioni: madrina dell'evento, la vicesindaca di Salerno, assessore alle Pari Opportunità, la dottoressa Paky Memoli che ha presieduto alla cerimonia di donazione delle 70 paia di scarpe ginniche destinate a persone in stato di necessità.

scarpe

In particolare, 68 paia sono state consegnate alla Caritas e 12 alla cooperativa sociale Galahad. Soddisfatto il presidente dell'Unci di Salerno, Antonino Spera che ha sottolineato il costante impegno dell'Unione Cavalieri per fini solidali, così come Massimo Santaniello e gli altri consiglieri e soci dell'Unci, nonché don Flavio Manzo, direttore della Caritas di Salerno che ha ringraziato tutti per l'utile donazione. Le scarpe nuove, maschili e femminili, acquistate dall'Unci, saranno distribuite ai senzatetto ospiti del dormitorio di via Bastioni e ad altre persone in difficoltà.

scarpe2

"Un ringraziamento all'Unci per questo bellissimo atto di generosià- ha commentato la vicesindaca Memoli - Il regalo più grande è donare, compiere un piccolo gesto di solidarietà che ha un grande valore umano. Donare significa dare spontaneamente, senza attendersi contropartita, ma concedendo con generosità. Il donare è un impegno e come tale va valorizzato: donare a chi ha bisogno il proprio tempo come fanno molti volontari che danno senso e concretezza a questa parola, supportando persone bisognose. Dobbiamo educare i giovani al dono, quale atto di generosità denso di significato. Donare fa bene al cuore e alla mente, essere altruisti rafforza i legami sociali e rafforza il sentimento dell'amore verso chi è stato meno fortunato e infine, come ci insegna Papa Francesco, donare fa sentire bene noi stessi e gli altri, crea legami e relazioni che fortificano la speranza in un mondo migliore. Solo nel dono la nostra vita porta frutto", ha concluso la dottoressa Memoli.

Foto di Guglielmo Gambardella
 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settanta paia di scarpe nuove donate a Caritas e a Galahad: l'iniziativa solidale dell'Unci di Salerno

SalernoToday è in caricamento