Vacanze Italiane: la guida di Legambiente e Touring Club Italiano

La Campania è tra le protagoniste assolute di questa guida con trekking, percorsi in bici, in canoa o a cavallo, nell’entroterra cilentano e del matese tra borghi e cammini storici

Come passare le vacanze in tutta sicurezza in Italia? A questa domanda hanno risposto Legambiente e Touring Club Italiano che hanno presentato Vacanze Italiane, una guida online che raccoglie in tutta Italia oltre 200 itinerari, tra i quali 43 in bici, 63 a piedi, 13 a cavallo e 7 proposte interregionali di lunga percorrenza, per la stagione estiva ormai in partenza. La Campania è tra le protagoniste assolute di questa guida con trekking, percorsi in bici, in canoa o a cavallo, nell’entroterra cilentano e del matese tra borghi e cammini storici.

I percorsi

Prevalgono le mete dell’entroterra e le proposte a piedi, a cavallo o in bicicletta, dove le modalità di spostamento già garantiscono di per sé il necessario distanziamento fisico. Un lavoro congiunto che ha visto Legambiente e il Touring Club Italiano collaborare insieme a tour operator specializzati e network del settore come AITR (Associazione Italiana Turismo Resoponsabile), Sweetmountains, Turismoacavallo e Amodo (Associazione Mobilità Dolce). Ogni proposta di viaggio è accompagnata da un link informativo che consente di approfondire le informazioni sul sito del tour operator o del soggetto territoriale che ospita l’offerta.

Si parte con gli amanti del mare dove Legambiente segnala con la Guida Blu, sul suo sito, ben quindici località marine e sette lacustri insignite delle cinque vele 2020 dove trascorrere una vacanza attenta all’ambiente, all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche di eccellenze enogastronomiche e luoghi d’arte. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno da Legambiente e dal Touring club italiano. Tra le 15 località marine premiate quest’anno con le cinque vele, due sono in Campania, più precisamente nella provincia di Salerno, e sono il comprensorio turistico Cilento Antico (con Pollica-Acciaroli e Pioppi, Castellabate, San Mauro Cilento e Montecorice) e la Costa del Mito (con il comune di Camerota in testa seguito dai comuni di San Giovanni a Piro-Scario Centola-Palinuro e Pisciotta). Segue con 4 vele la Costiera Amalfitana e Isola di Capri (con i comuni Anacapri, Capri, Positano, Cetara, Amalfi, Vietri sul Mare e Praiano. Con tre vele il Golfo di Policastro (Sapri e Vibonati); la Penisola sorrentina e AMP Punta Campanella (Massa Lubrense, Vico Equense, Sorrento) Costa di Poseidonia (con i comuni di Agropoli e Capaccio-Paestum) e Costa di Alea (con i comuni di Ascea e Casal Velino). Chiude con 2 vele il Regno di Nettuno (Ischia e Procida).

Passando agli itinerari in Campania sono tanti i viaggi inaspettati: si va dal cammino di San Nilo nel Cilento bizantino con partenza a Torraca(Sa) con l’arrivo a Palinuro(Sa) ai trekking lungo la Valle dell’Orchidee nel Vallo di Diano, alle escursioni in canoa e kayak nel Parco del Matese. Suggestivi i soggiorni in una delle piu’ tipiche cantine del Parco del Vesuvio che produce il pregiato Lacryma Christi con escursioni al Parco e passeggiate con degustazione nel vigneto.

Il commento

"Con queste proposte – ha commentato Francesca Ferro, direttore di Legambiente Campania – raccontiamo quel turismo di prossimità che fa bene alla nostra regione. Partendo dalle bellezze dell’entroterra con i borghi, aree meravigliose e poco conosciute, cammini e vie storiche, ciclovie, per poi spostarci in quelle località di mare capaci di unire tutela e sostenibilità ambientale. La stagione estiva di quest’anno sarà molto particolare e ci costringerà al distanziamento fisico, ma può diventare l’occasione per riscoprire un turismo di prossimità, più sostenibile e legato alla mobilità dolce, scoprendo una Campania che non ci aspettiamo, all’insegna del rispetto e della scoperta di un grande patrimonio ambientale e culturale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le 5 Vele a Castellabate

Anche quest'anno, quindi, si spiegano le 5 Vele Legambiente per il Comune di Castellabate, che si riconferma tra le località costiere più virtuose d’Italia per l’attenzione al mare e per la sua offerta di vacanza accattivante e originale. "Come per la Bandiera Blu anche le 5 Vele rappresentano un riconoscimento prestigioso, fondamentale per la promozione dei territori costieri, soprattutto in questa delicata stagione turistica rallentata dalle misure anti covid - ha dichiarato l’assessore al Turismo e alla Cultura Luisa Maiuri - un traguardo raggiunto da un comprensorio che è riuscito a puntare su un turismo di qualità e sulla salvaguardia dell’ambiente e che, sempre in sinergia, riuscirà a reinventarsi con un’offerta turistica competitiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento