menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vacanze Italiane: la guida di Legambiente e Touring Club Italiano

La Campania è tra le protagoniste assolute di questa guida con trekking, percorsi in bici, in canoa o a cavallo, nell’entroterra cilentano e del matese tra borghi e cammini storici

Come passare le vacanze in tutta sicurezza in Italia? A questa domanda hanno risposto Legambiente e Touring Club Italiano che hanno presentato Vacanze Italiane, una guida online che raccoglie in tutta Italia oltre 200 itinerari, tra i quali 43 in bici, 63 a piedi, 13 a cavallo e 7 proposte interregionali di lunga percorrenza, per la stagione estiva ormai in partenza. La Campania è tra le protagoniste assolute di questa guida con trekking, percorsi in bici, in canoa o a cavallo, nell’entroterra cilentano e del matese tra borghi e cammini storici.

I percorsi

Prevalgono le mete dell’entroterra e le proposte a piedi, a cavallo o in bicicletta, dove le modalità di spostamento già garantiscono di per sé il necessario distanziamento fisico. Un lavoro congiunto che ha visto Legambiente e il Touring Club Italiano collaborare insieme a tour operator specializzati e network del settore come AITR (Associazione Italiana Turismo Resoponsabile), Sweetmountains, Turismoacavallo e Amodo (Associazione Mobilità Dolce). Ogni proposta di viaggio è accompagnata da un link informativo che consente di approfondire le informazioni sul sito del tour operator o del soggetto territoriale che ospita l’offerta.

Si parte con gli amanti del mare dove Legambiente segnala con la Guida Blu, sul suo sito, ben quindici località marine e sette lacustri insignite delle cinque vele 2020 dove trascorrere una vacanza attenta all’ambiente, all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche di eccellenze enogastronomiche e luoghi d’arte. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno da Legambiente e dal Touring club italiano. Tra le 15 località marine premiate quest’anno con le cinque vele, due sono in Campania, più precisamente nella provincia di Salerno, e sono il comprensorio turistico Cilento Antico (con Pollica-Acciaroli e Pioppi, Castellabate, San Mauro Cilento e Montecorice) e la Costa del Mito (con il comune di Camerota in testa seguito dai comuni di San Giovanni a Piro-Scario Centola-Palinuro e Pisciotta). Segue con 4 vele la Costiera Amalfitana e Isola di Capri (con i comuni Anacapri, Capri, Positano, Cetara, Amalfi, Vietri sul Mare e Praiano. Con tre vele il Golfo di Policastro (Sapri e Vibonati); la Penisola sorrentina e AMP Punta Campanella (Massa Lubrense, Vico Equense, Sorrento) Costa di Poseidonia (con i comuni di Agropoli e Capaccio-Paestum) e Costa di Alea (con i comuni di Ascea e Casal Velino). Chiude con 2 vele il Regno di Nettuno (Ischia e Procida).

Passando agli itinerari in Campania sono tanti i viaggi inaspettati: si va dal cammino di San Nilo nel Cilento bizantino con partenza a Torraca(Sa) con l’arrivo a Palinuro(Sa) ai trekking lungo la Valle dell’Orchidee nel Vallo di Diano, alle escursioni in canoa e kayak nel Parco del Matese. Suggestivi i soggiorni in una delle piu’ tipiche cantine del Parco del Vesuvio che produce il pregiato Lacryma Christi con escursioni al Parco e passeggiate con degustazione nel vigneto.

Il commento

"Con queste proposte – ha commentato Francesca Ferro, direttore di Legambiente Campania – raccontiamo quel turismo di prossimità che fa bene alla nostra regione. Partendo dalle bellezze dell’entroterra con i borghi, aree meravigliose e poco conosciute, cammini e vie storiche, ciclovie, per poi spostarci in quelle località di mare capaci di unire tutela e sostenibilità ambientale. La stagione estiva di quest’anno sarà molto particolare e ci costringerà al distanziamento fisico, ma può diventare l’occasione per riscoprire un turismo di prossimità, più sostenibile e legato alla mobilità dolce, scoprendo una Campania che non ci aspettiamo, all’insegna del rispetto e della scoperta di un grande patrimonio ambientale e culturale".

Le 5 Vele a Castellabate

Anche quest'anno, quindi, si spiegano le 5 Vele Legambiente per il Comune di Castellabate, che si riconferma tra le località costiere più virtuose d’Italia per l’attenzione al mare e per la sua offerta di vacanza accattivante e originale. "Come per la Bandiera Blu anche le 5 Vele rappresentano un riconoscimento prestigioso, fondamentale per la promozione dei territori costieri, soprattutto in questa delicata stagione turistica rallentata dalle misure anti covid - ha dichiarato l’assessore al Turismo e alla Cultura Luisa Maiuri - un traguardo raggiunto da un comprensorio che è riuscito a puntare su un turismo di qualità e sulla salvaguardia dell’ambiente e che, sempre in sinergia, riuscirà a reinventarsi con un’offerta turistica competitiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
SalernoToday è in caricamento